Addio a Lara Saint Paul, la cantante che portò l'aerobica in Italia

Share

Addio a Lara Saint Paul, la cantante che portò l'aerobica in Italia

Lara Saint Paul, al secolo Silvana Areggasc Savorelli, quando debuttò al Festival di Sanremo, nel 1962, non aveva ancora 18 anni. Era malata da tempo e ricoverata in un hospice a Casalecchio di Reno in provincia di Bologna.

Ad annunciare la morte all'Ansa, la sorella Loredana.

Aveva 73 anni, la cantante deceduta stamani. È stata più volte al Festival di Sanremo, dove nel 1968 duettò con Louis Armstrong, e negli anni '80 è diventata una paladina della ginnastica aerobica, con lezioni di successo sullo stile di quelle di Jane Fonda, e poi si è messa alla prova anche come discografica e produttrice. Nel 1983 contribuì al successo dell'aerobica in Italia, realizzando un programma di ginnastica distribuito in videocassetta e diversi dischi dance per l'accompagnamento all'esercizio aerobico.

Di madre eritrea e padre di Fusignano (Ravenna), dal 2014 Lara Saint Paul beneficiava dell'assegno straordinario previsto dalla Legge Bacchelli destinato ai cittadini illustri che versano in particolare stato di necessità. Vorrebbero rioperarla ma lei ha paura, non se la sente, e vorrebbe cambiare ospedale. Vedova del produttore discografico Pier Quinto Cariaggi, negli ultimi anni ha avuto una vita non facile, costellata di malattie e situazioni difficili. La paura di un nuovo intervento è quindi tanta. Un aiuto non solo economico, ma anche pratico, volto alla richiesta di consigli medici.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.