Wind Tre multata, l'Antitrust: "Ha omesso le informazioni sui costi"

Share

Wind Tre multata, l'Antitrust:

Non c'è pace per gli operatori telefonici che, senza soluzione di continuità e a turno, finiscono al centro del provvedimento di Antitrust e Agcom.

Dopo le passate sanzioni imposte dall'AGCM - per la fatturazione a 28 giorni - l'antitrust del settore eroga una nuova multa di 4.250.000 euro nei confronti della Wind Tre. "Riguardo ai servizi in mobilità, sono risultate omissive le informazioni sui costi del traffico extrasoglia una volta esauriti i giga inclusi nell'offerta" si legge in un comunicato dell'Agcm.

A rendere noto il provvedimento è stata la stessa Autorità garante della concorrenza e del mercato, spiegando come Wind Tre avrebbe omesso e indicato in maniera ingannevole le informazioni riguardanti i servizi di navigazione in mobilità commercializzati con il marchio 3 e i servizi di connettività a Internet con tecnologia in fibra ottica. Per AGCM questa lacuna, sommata al fatto che l'operatore utilizzava una campagna pubblicitaria con slogan del tipo "Free Unlimited Plus" e "Naviga senza pensieri alla massima velocità con la rete 4G LTE di 3", portava il cliente erroneamente a pensare che il servizio fosse caratterizzato da traffico illimitato.

Per quanto riguarda invece la connettività ad Internet mediante fibra ottica, l'Autorità ha affermato che da Wind Tre non sono pervenuti dettagli chiari sull'offerta in fibra, sulle coperture geografiche della rete e sulle differenze di servizi e di performance per quanto concerne, per esempio, i tempi di attesa previsti per la fruizione di quei determinati servizi.

Sul fronte residenziale l'impiego del termine generico "fibra" non consentiva di "individuare gli elementi che distinguono, in concreto, le diverse tipologie di offerta". L'assenza di queste precise informazioni impedirebbe quindi al consumatore di prendere una decisione consapevole sull'acquisto dell'offerta.

Share


© . Tutti i diritti riservati.