Papà dona un pezzo di fegato al figlio malato: è salvo

Share

Papà dona un pezzo di fegato al figlio malato: è salvo

Fa scuola il caso di Padova, dove i medici dell'Azienda ospedaliera universitaria diretta dal professor Umberto Cirillo sono riusciti a salvare la vita ad un bimbo di un anno che aveva bisogno di un trapianto di fegato. Negli ultimi anni, grazie ad un protocollo specifico, è stato possibile diminuire la lista di attesa per i piccoli pazienti che necessitano un trapianto di fegato. La scelta dei sanitari, forti di una particolare autorizzazione da parte del ministero della Salute, è dunque caduta sul papà che ha dato subito piena disponibilità.

Va da sé che anche un trapianto da donatore vivente non è semplice. Nella vicenda è coinvolto un bambino che ancor prima di compiere il suo primo anno di vita rischiava già di morire. Il bimbo pesa 10 chili e ora sta bene. È una storia a lieto fine raccontata oggi dal quotidiano Il Gazzettino, nelle pagine della cronaca di Padova, in un articolo a firma Federica Cappellato. La malattia, di origine sconosciuta, colpisce i neonati e causa l'infiammazione e l'ostruzione dei dotti biliari.

Per fortuna l'operazione è avvenuta in tempi strettissimi.

PADOVA Dona un pezzo del suo fegato al figlio malato e lo salva. Un intervento che all'epoca suscitò un tale scalpore che il ragazzino venne ricevuto dal Papa.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.