È morto Vittorio Taviani, regista di capolavori col fratello Paolo: sarà cremato

Share

È morto Vittorio Taviani, regista di capolavori col fratello Paolo: sarà cremato

Morto Vittorio Taviani, uno dei due fratelli registi.

Vittorio Taviani, morto il regista. Con il fratello Paolo ha firmato dei veri capolavori del cinema italiano, da Padre Padrone, che vinse la Palma d'oro a Cannes nel 1977 a Cesare deve morire, che si aggiudicò l'Orso d'oro a Berlino nel 2012.

La notizia è stata diffusa all'Ansa da una delle figlie, Giovanna. Il corpo del regista verrà cremato in forma strettamente privata.

Era nato a San Miniato, in provincia di Pisa, il 20 settembre del 1929. Con il fratello Paolo, di due anni più giovane (nella foto qui sopra con Vittorio), aveva scritto alcune delle pagine più significative del cinema italiano.

Il loro straordinario sodalizio artistico, che li ha visti lavorare insieme per oltre cinquanta anni, ha prodotto una lunga serie di film di successo, da Un uomo da bruciare (1962) con Gian Maria Volonté, che diventerà nel tempo il loro attore preferito, ai malinconici e suggestivi "La notte di San Lorenzo" (1982), "Kaos" (1984), "Good morning Babilonia" (1987) "Fiorile" (1993).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.