Mondiali Russia 2018: polemiche per l'orso ammaestrato

Share

Mondiali Russia 2018: polemiche per l'orso ammaestrato

Davvero una pessima idea. L'orso dovrà consegnare la palla all'arbitro nella partita inaugurale dei Mondiali del 14 giugno a Mosca fra la nazionale di casa, la Russia, e l'Arabia Saudita.

Ma che cosa è successo nello stadio del Mashuk-KMV a Pjatigorsk? Mentre le squadre sono schierate a centrocampo in attesa del calcio d'inizio, ecco che sulla pista di atletica a bordo campo spunta proprio un orso, accompagnato dal suo addestratore.

Ovviamente, potrebbe anche trattarsi di una battuta di pessimo gusto. Lo speakerdello stadio e dirigenti locali hanno poi detto che Tima avrebberipetuto la 'consegna' della sfera in occasione di Russia-ArabiaSaudita ma fonti della federcalcio russa non hanno per orafornito conferme. L'iniziativa non piace agli animalisti: "World Animal Protection", associazione americana con una sede anche a Mosca, chiede che l'orso non sia coinvolto e avanza dubbi sui metodi di addestramento (nel video, l'orso "in azione" in campo, in una prova della consegna del pallone). "Sicuramente è stato allenato a farlo con metodicrudeli", è l'eccezione sollevata dagli animalisti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.