Lavazza, inizia l'era di "Nuvola": "Non andremo mai via da Torino"

Share

Lavazza, inizia l'era di

Anche una Nuvola si può inaugurare, con taglio del nastro e autorità.

"La Nuvola" è una sede innovativa ma allo stesso tempo piena di storia ed è proprio questo gioco tra passato e futuro ad aver guidato il team dell'architetto Paolo Corradini, che ha dato forma a un "quadrilatero polifunzionale" di circa 18mila e 500 metri quadrati.

La Nuvola: il nome scelto dalla Lavazza per la sua nuova sede a Torino evoca l'aroma e il calore che si sprigiona da una tazzina di caffè.

Il D-Day della Nuvola Lavazza è finalmente arrivato. Uno spazio aperto, dove la piazza disegnata da Camilla Zanarotti collega lo spazio Lavazza alla città. Poi ha ricordato che nel 2017 il fatturato dell'azienda ha raggiunto i due miliardi, il 6% in più dell'anno prima, con le esportazioni che hanno raggiunto il 63% della cifra complessiva del giro d'affari del Gruppo. Anzi, un'attenzione massima alla sostenibilità, che ha permesso ai nostri uffici di ottenere il livello Platinum, il più alto in assoluto, della certificazione LEED, il sistema che valuta l'eccellenza energetico-ambientale delle costruzioni.

Obiettivo:fatturato a 2,2 miliardi nel 2021 Un'azienda globale che guarda al risultato di 2,2 miliardi di fatturato entro il 2021, un target definito "ideale" per essere "meno aggredibili" sul mercato.

Quanto agli strumenti per sostenere lo sviluppo, i vicepresidenti Marco e Giuseppe Lavazza hanno le idee chiare: la Borsa ha troppi vincoli, si può puntare su altri strumenti come i bond per restare indipendenti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.