Fondazione Umberto Veronesi: Limoni per la ricerca contro cancro

Share

Fondazione Umberto Veronesi: Limoni per la ricerca contro cancro

Obiettivo: finanziare la ricerca scientifica. La prima edizione de "I Limoni per la Ricerca" si è svolta dal 19 al 30 aprile 2017 e, grazie all'adesione di 1.800 punti vendita, ha permesso di raccogliere 90.000 euro che hanno finanziato il lavoro di 3 ricercatrici: Lorena Coretti, Benedetta Raspini e Laura Simoni. Dal 4 al 22 aprile saranno in vendita le speciali retine da 500 grammi di limoni della varietà primofiore al costo di 2 euro: 40 centesimi saranno devoluti alla Fondazione Veronesi. Per questo motivo la Fondazione Umberto Veronesi ha lanciato per il secondo anno consecutivo un progetto, in collaborazione con 'Citrus - l'Orto italiano', che ha al centro proprio il limone per finanziare la ricerca scientifica contro il cancro. Dal 4 al 22 aprile, per ogni retina di limoni venduta negli oltre 2.500 punti vendita aderenti all'iniziativa, 40 centesimi saranno devoluti alla ricerca.

Si tratta di limoni rigorosamente italiani e non trattati in superficie. Per questa seconda edizione di Limoni per la Ricerca, la Fondazione Umberto Veronesi ha confermato come partner esclusivo "Citrus - l'Orto Italiano", azienda ortofrutticola di Cesena. Ma non solo: aiuta ad assorbire più facilmente il ferro inorganico, conosciuto anche come ferro non eme.

Se c'è una parte del limone in cui sono contenute una serie innumerevole di sostanze naturali quella è la scorza. Nel limone, in particolare nella buccia, sono presenti fitochimici come monoterpeni, limonoidi, flavonoidi, carotenoidi ed acidi idrossicinnamici.

La Fondazione Umberto Veronesi e Citrus hanno ideato l'iniziativa "I Limoni per la ricerca", un progetto volto a far conoscere i benefici del limone e a sostenere la ricerca nel campo della nutrigenomica, la scienza che studia l'azione degli alimenti sui nostri geni per prevenire l'insorgenza di alcune malattie. Questi composti hanno dimostrato in diversi studi scientifici capacità antiossidanti, effetti sulla differenziazione cellulare e potere detossificante che renderebbero i limoni, se regolarmente consumati, una componente importante di una dieta volta a ridurre il rischio di malattia.

"I Limoni per la Ricerca rappresentano non solo un'occasione di raccolta fondi - ha dichiarato Marianna Palella, 25enne CEO e Founder di "Citrus - l'Orto Italiano" - ma anche di sensibilizzazione e divulgazione in merito alla sana alimentazione e alla prevenzione a tavola". "In virtù di questo spirito di collaborazione e della bontà di questa iniziativa, noi di Citrus - l'Orto Italiano abbiamo volontariamente deciso di sospendere la commercializzazione dei limoni a marchio nostro per l'intera durata de "I Limoni per la Ricerca" allo scopo di favorire e focalizzare l'attenzione del consumatore finale sul progetto".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.