Boeri:attendo risposta Fico su denuncia Inps anomalia figurativi

Share

Boeri:attendo risposta Fico su denuncia Inps anomalia figurativi

Il presidente dell'Inps Tito Boeri, ospite di Lucia Annunziata su Rai Tre, ha spiegato "non ci sono solo i vitalizi" ma soperattutto ci sono "gli oneri figurativi che costano e basta".

"Adesso vedo che con questa nuova legislatura c'è un impegno nuovo: mi auguro sia vero".

Abolire la Fornero costerebbe 15 miliardi e porterebbe iniquità. Ancora più costoso sarebbe passare alla cosiddetta quota 100 ipotizzata dal centrodestra, che peserebbe sulle casse dell'Inps per 105 miliardi. In aggiunta a un sistema troppo generoso, i parlamentari si sono dati un ulteriore privilegio. In televisione il Presidente dell'Inps ha poi ripetuto di aver chiesto già in passato alla Camera di poter avere alcuni dati relativi ai contributi versati dai deputati, che non gli sono mai arrivati. Intervistato a In 1/2 Ora, Boeri ha rivelato che l'Inps è tenuto a versare oneri figurativi a molti parlamentari che prima di assumere la carica erano dipendenti per "circa il 24% della retribuzione", e "in alcuni casi l'Inps ha versato per 20 o 30 anni". Si aggiungono ai vitalizi e sono trattamenti molto di favore. Un "privilegio" che vale "non pochi soldi" perché nel giro di una legislatura può arrivare a "qualche decina di milioni di euro". Secondo quanto riporta l'Huffington Post, Boeri ha anche spiegato di aver scritto all'Ufficio di Presidenza della Camera per sollecitare un intervento sul tema, senza però ricevere nemmeno una risposta. Sotto accusa anche il reddito di cittadinanza voluto dai 5Stelle. Il reddito di cittadinanza, a chiunque ed a prescindere dal proprio patrimonio, rappresenterebbe certamente un danno per il paese.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.