Audi Vision GT e-tron: nuove anticipazioni della sportiva virtuale [VIDEO TEASER]

Share

Audi Vision GT e-tron: nuove anticipazioni della sportiva virtuale [VIDEO TEASER]

Audi Vision GT e-tron - In vista della presentazione prevista per oggi 9 aprile l'Audi Vision GT e-tron è protagonista di un nuovo video d'anticipazione che mostra alcuni dettagli.

Il centro per la progettazione delle vetture pre-serie Audi, in soli undici mesi, ha sviluppato e realizzato quest'auto, unica nel suo genere, sulla base della Audi e-tron Vision Gran Turismo utilizzata nel videogioco.

La GT elettrica Audi e-tron Vision Gran Turismo del videogame "Gran Turismo" per PlayStation 4, da virtuale diventa reale.

Come preannunciato qualche giorno fa, Gran Turismo Sport si è aggiornato dando il benvenuto a due nuove vetture realizzate con la collaborazione di Audi. I designer Audi hanno creato la Audi e-tron Vision Gran Turismo per la serie Vision Gran Turismo, lanciata sul mercato in occasione del 15° anniversario di questo famoso videogioco. Una caratteristica tecnica, quella della trazione integrale, che la accomuna con la e-tron Vision Gran Turismo.

Marc Lichte, responsabile Design Audi, spiega: Anche se progettare veicoli virtuali lascia più libertà e permette di creare concept difficili da riprodurre nella realtà, non volevamo un'auto di pura fantasia. La livrea, invece, guarda al passato, ispirandosi all'Audi 90 quattro IMSA GTO.

La Vision Gran Turismo monta un motore turbo V6 da 3.4 litri con trazione posteriore e un motore elettrico a trazione anteriore. Due motori elettrici azionano l'assale posteriore, mentre il terzo aziona l'assale anteriore. Sotto al cofano dispone di tre motori elettrici, ciascuno con una potenza di 200 kW. La potenza complessiva tocca i 600 kW (815 cavalli), chiamati a spingere un peso a vuoto di 1.450 kg: l'auto disintegra il canonico 'zero-cento' in meno di 2,5 secondi. La Audi e-tron Vision Gran Turismo dimostra tutta la sensibilità Audi nei confronti della mobilità elettrica.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.