Vaccini, Lorenzin: bambini non in regola vanno espulsi dalle scuole Video

Share

Vaccini, Lorenzin: bambini non in regola vanno espulsi dalle scuole Video

Diverse sono le Regioni che propongono di lasciare che i bambini non in regola con la certificazione vaccinale possano comunque terminare l'anno scolastico, ma la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, secondo quanto riportato da Ansa.it, su questo punto non lascia adito a dubbi: "Non sono assolutamente d'accordo". Eccezione negativa è però rappresentata da Bolzano: "Oggi l'unica vera preoccupazione è Bolzano, dove sono ancora migliaia i bambini che non sono in regola con la legge sull'obbligo vaccinale".

"Le uniche famiglie che saranno sanzionate sono quelle che non hanno voluto vaccinare i figli per motivi ideologici, non avrà problemi invece chi ha avuto contrattempi di altra natura ma è deciso a vaccinare.Noi dobbiamo garantire la sicurezza di tutti i bambini".

Beatrice Lorenzin si sofferma anche sull'argomento Sanità: "Credo che la spesa per la sanità debba aumentare gradualmente rispetto al PIL". È indubbio, quindi, che le possibilità di mettere a repentaglio la nostra salute sono maggiori se non veniamo vaccinati.

Il ministro ci tiene a sottolineare come questa inflessibilità è dovuta semplicemente a questioni di benessere pubblico e come esempio porta i dati che mostrano l'incremento dei casi di morbillo: "Lo scorso mese sono morte due persone di morbillo e abbiamo avuto 164 casi". "Ci sarà un'applicazione pedissequa della legge - ha detto a margine della presentazione del portale ISSalute, dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss) - Chi pensava che non facessimo sul serio si sbagliava di grosso". Parliamo di cose serie, le istituzioni devono adeguarsi alla legge realizzata per la sicurezza delle persone e a garantire in alcuni casi la vita. Ormai ci mancano pochi giorni al termine ultimo per la presentazione della certificazione vaccinale, che dovrà essere presentata entro - e non oltre - il 10 marzo.

Entro il 10 marzo chi ha autocertificato deve portare i documenti: chi ha già consegnato il certificato vaccinale o la fotocopia del libretto vaccinale è a posto; chi è a posto coi vaccini e l'ha autocertificato deve consegnarli. "Sono intervenuta rispetto alle autorità cittadine ma anche segnalando questi manifesti alle autorità competenti per verificare se siamo di fronte a un caso di procurato allarme", ha dichiarato Lorenzin in merito ai cartelloni no vax affissi in Emilia Romagna. "Abbiamo permesso tutte le facilitazioni possibili alle famiglie".

"Quello emiliano è un caso incredibile. Fidiamoci dei nostri medici".

L'obbligo alla vaccinazione dei bambini non è derogabile.

"La diffusione del vaccino per polio e morbillo è aumentata rispettivamente dell'1% e del 2,9%".

"Come rappresentanti della salute pubblica - è la conclusione di Burioni e colleghi - noi riconosciamo che l'azione del Governo è epidemiologicamente giustificata".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.