Tirreno-Adriatico. Seconda volata vincente per Marcel Kittel

Share

Tirreno-Adriatico. Seconda volata vincente per Marcel Kittel

Marcel Kittel spazza via ogni dubbio: con la seconda vittoria in due tappe per velocisti alla Tirreno-Adriatico, il tedesco della Katusha-Alpecin ha confermato la buona condizione di forma dopo una prima parte di stagione in cui faceva fatica addirittura a disputare le volate.

Dopo la sesta tappa della Tirreno-Adriatico, Michal Kwiatkowski del Team Sky ha conservato la maglia azzurra.

Una frazione caratterizzata dalla lunga fuga iniziata già dopo pochi chilometri da Marcus Burghardt (Bora-Hansgrohe), Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Jacopo Mosca (Wilier Selle Italia) e Artem Nych (Gazprom-Rusvelo).

La cronaca della gara parla di una tappa tutt'altro che tranquilla pur se la media non è stata molto alta. Nonostante l'assenza di Gaviria, la QuickStep-Floors ha scelto di pilotare Maxi Richeze: dalla sua ruota, negli ultimi 150 metri, è uscito in maniera perentoria Marcel Kittel, che è riuscito ad ottenere il secondo successo della sua Tirreno-Adriatico.

Quick Step Floors in testa negli ultimi chilometri, ma il capitano della formazione belga Fernando Gaviria resta coinvolto in una nuova caduta che avviene ai meno otto. E qui è iniziato a farsi vedere il fenomeno Sagan.

La volata finale vede primeggiare Marcel Kittel proprio sul tre volte campione del mondo, giunti assieme sulla linea del traguardo gomito a gomito.

2 - Peter Sagan (Bora - Hansgrohe) s.t. Il gruppo tiene sempre a bagno maria i quattro attaccanti, così, quando mancano oltre ottanta chilometri alla conclusione, quest'ultimo decide di tentare quella che sarebbe una vera e propria impresa. Quarto posto per Sacha Modolo della Cannondale, migliore degli italiani. "Non ci sono riuscito ma alla fine sono contento per come sia andata la tappa e devo rimanere concentrato sulla cronometro di domani per un finale perfetto" ha aggiunto la Maglia Azzurra, Michal Kwiatkowski. Damiano Caruso, BMC, è a soltanto tre secondi.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.