Spotify sta bloccando le versioni pirata

Share

Spotify sta bloccando le versioni pirata

Gli amanti della musica e grandi fruitori di Spotify, il servizio che offre musica in streaming on demand, avranno certamente notato negli ultimi minuti qualcosa che non va nella propria app o tramite il sito ufficiale.

Spotify conta all'incirca 159 milioni di utenti attivi, ma "solamente" 71 milioni di questi hanno sottoscritto un abbonamento premium. Da ricordare infatti che Spotify Free include spot, consente un numero limitato di skip della traccia, non si può ascoltare offline, non permette di ascoltare qualsiasi traccia e fornisce una qualità audio di base. Online sono disponibili numerose versioni hackerate dell'app in grado di scavalcare i controlli e godere dei privilegi degli account premium.

Spotify sta cercando di porre un freno alla diffusione delle APK modificate che consentono di accedere gratuitamente a funzionalità premium. Le cose sono dette, la guerra è dichiarata.

Spotify comincia col disattivare gli account "scoperti", annunciando un blocco temporaneo dei contenuti ad essi associati. Nel messaggio di posta elettronica inviato da Spotify e ottenuto da TorrentFreak, si legge che "se rileviamo l'uso ripetuto di app non autorizzate in violazione dei nostri termini, ci riserviamo tutti i diritti, inclusa la sospensione o chiusura del tuo account". "Ah quindi voi mi bloccate spotify craccato?"

Il fatto che abbiano deciso di occuparsi della questione con una mossa ufficiale di tale portata implica che il numero di hacker e di account non paganti fosse cospicuo ed ha il secondo fine di presentarsi alla quatazione al New York Stock Exchange con il minor numero di problemi possibili.

Che soluzioni rimangono agli utenti più avari?

Per tale ragione, fino a quando non sarà ripristinato il problema nella versione web del servizio, il consiglio è quello di utilizzare i dispositivi mobili con a bordo Android, iOS o Windows Mobile per proseguire l'ascolto della propria musica preferita, in attesa di un comunicato ufficiale da parte di Spotify che quasi certamente farà chiarezza sul down in corso e ancora segnalato da molti utenti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.