Si suicida a 17 anni: "Me l'hanno ucciso i bulli"

Share

Si suicida a 17 anni:

Il ragazzo aveva dovuto affrontare molte difficoltà sin dai primi mesi, quando gli venne riscontrata un problematica muscolare che gli impediva di camminare correttamente. Scusate, ma abituarsi a questo non è possibile, o almeno, se ci si riflette un attimo, la voragine che si prova di fronte ad un orrore del genere è davvero difficilmente gestibile.

E' dura l'accusa della mamma di Michele Ruffino, lo studente di 17 anni che il 23 febbraio si è tolto la vita gettandosi dal ponte di Alpignano, straziata dal dolore accusa senza mezzi termini: "Voglio giustizia per mio figlio, Nostro figlio era arrivato anche a compiere atti di autolesionismo". I problemi di Michele, hanno spiegato i genitori, risalgono all'infanzia: "Colpa di un vaccino - ha detto la famiglia al quotidiano la Repubblica - che gli ha causato problemi alle braccia e alle gambe". Per questo lo prendevano in giro. Attualmente la Procura non ha ancora aperto un fascicolo con un reato specifico, ma mamma Maria sa che gran parte della responsabilità ricade sui bulli. E c'erano le prese in giro, gli sfottò. "Ma ha trovato solo risate cattive e porte in faccia", ha proseguito la 51enne ricordando che Michele sognava di diventare pasticcere e studiava per questo ma aveva diverse passioni come il nuoto e la palestra. L'hanno ammazzato i bulli. "Chi lo ha ascoltato si è sentito gelare il sangue nelle vene".

"Se mio figlio non avesse avuto problemi di salute, sarebbe ancora qui" accusa ancora la mamma di Michele, rivelando anche alcune lettere di addio che il giovane, che avrebbe compiuto 18 anni a ottobre, ha lasciato sul suo computer. Ho intenzione di mollare. Il mondo di Michele era circondato da adulti ma lui avrebbe voluto ci fossero amici e ragazzini della sua età: "Faceva di tutto per farsi notare dai coetanei ma veniva ignorato". "Anche a loro aveva confidato la voglia di farla finita" ha raccontato Maria. Il suo animo sensibile deve essere rimasto ferito irrimediabilmente: ha sopportato per anni, poi non ce l'ha più fatta.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.