Russiagate. Trump voleva realizzare una tower a Mosca. Genero scaricato?

Share

Russiagate. Trump voleva realizzare una tower a Mosca. Genero scaricato?

Una mossa che gli impedirà di avere accesso a molti dei documenti "sensibili" dell'amministrazione. Lo rivelano alcuni media Usa. Ma i contatti del genero e consigliere di Trump con rappresentanti di alcuni Paesi stranieri hanno suscitato preoccupazioni all'interno della Casa Bianca e sono la ragione per cui Kushner non ha ottenuto il nullaosta di sicurezza permanente, scrive ancora il Washington Post citando fonti. La decisione è prevista in un memo inviato venerdì scorso e riguardante non solo Kushner, ma tutti i dirigenti dell'amministrazione che hanno un nullaosta provvisorio, che ora passerà dal livello 'Top secret/Sci' (Sensitive Compartmentalized Information) a livello 'Secret'.

Il Washington Post, inoltre, ha scritto che diversi Paesi stranieri, tra cui Cina, Arabia Saudita, Israele e Messico hanno valutato la possibilità di fare pressioni sui business, sulle difficoltà finanziarie e sull'inesperienza in politica estera di Kushner per manipolarlo e avere in cambio accordi favorevoli con gli Stati Uniti.

Trump comunque ha già fatto sapere che non interverrà e lascerà a Kelly la decisione finale sul declassamento di Kushner che, in ogni caso, resta al suo posto.

Ma i guai per Trump non finiscono qui. La questione poi delle conversazioni fra responsabili stranieri sulle vulnerabilità di Kushner era stata sollevata nei quotidiani ai briefing di intelligence presieduti da McMaster, riferisce ancora il Post, citando fonti anonime informate. Oltre a possibili implicazioni legali.

La Cnn poi ha aggiunto che il procuratore speciale Robert Muller sta indagando sui rapporti esistenti tra Donald Trump e imprenditori russi anche prima che iniziasse la sua campagna elettorale per le elezioni del 2016.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.