Orlando, al 90% Pd contro M5s e Lega

Share

Orlando, al 90% Pd contro M5s e Lega

Il governo deve farlo chi ha vinto, Salvini e i Cinque Stelle, il Pd ha perso le elezioni e deve ricostruirsi.

Per Andrea Orlando, intervenuto ai microfoni di Radio Capital, si è trattato di una trovata mediatica del segretario "per discutere un'altra cosa invece di quello di cui bisognava parlare: cosa fare dopo una disfatta storica". Chi pensava che i pentastellati dovessero pagare dazio in una città da loro governata, con tutte le difficoltà e i problemi che ciò comporta, si è dunque sbagliato. Come da lui richiesto nella lettera di dimissioni, e come previsto dallo Statuto, ho immediatamente annunciato la convocazione dell'assemblea nazionale per gli adempimenti conseguiti.

A guidare la fase di transizione verso il congresso, il candidato più probabile sembra essere il vicesegretario Maurizio Martina che, visto il suo ruolo attuale, potrebbe essere subito operativo. Alcuni dicono: "'ci hanno insultato', ma anche quando fu fatto l'accordo col centrodestra non venivamo da uno scambio di cortesie in campagna elettorale".

"In modo chiaro per questa prospettiva si è pronunciato Michele Emiliano che ha ottenuto al congresso il 10%. - prosegue il ministro della Giustizia - Il conto è presto fatto". Renzi aveva giustificato la sua decisione di rimanere per qualche tempo alla guida del partito con la necessità di evitare che qualcun altro prendesse la guida del partito e lo portasse ad allearsi con il Movimento 5 Stelle. Così il presidente Pd, Orfini. Secondo diversi giornali anche il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni si sarebbe sentito chiamato in causa dalle parole di Renzi e non avrebbe apprezzato il suo atteggiamento.

Tra martedì e mercoledì, però, la situazione si è in parte chiarita. Maria Elena Boschi, una dei principali alleati di Renzi nel partito, ha dovuto smentire che siano in corso delle manovre per nominarla capogruppo o vicepresidente della Camera.

"Non considero i Cinque stelle il diavolo - dice ancora Orlando, rispondendo ad un'altra domanda - hanno preso qualche qualche milione di voti nostri, ovvero di persone che votavano a sinistra, e non li regalerei al diavolo".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.