È morto Bebeto, il ct brasiliano che portò l'Italvolley all'ultimo trionfo Mondiale

Share

È morto Bebeto, il ct brasiliano che portò l'Italvolley all'ultimo trionfo Mondiale

Lutto nel mondo del volley.

Un infarto ha stroncato la vita dell'ex tecnico della Maxicono Parma e della nazionale Azzurra Paulo Roberto De Freitas, per tutti Bebeto.

Dopo l'addio alla nostra nazionale si era lanciato nel mondo del calcio: è stato presidente dell'Atletico Mineiro dal 1999 al 2001, nonché del Botafogo dal 2003 al 2009. Dal 1997 sulla panchina azzurra, ha vinto la World League 1997, il bronzo all'Europeo 1997 e il titolo Mondiale del 1998, il terzo consecutivo degli azzurri dopo la doppietta 1990-1994 di Julio Velasco. Bebeto aveva iniziato ad allenare dopo una buona carriera da palleggiatore: alle Olimpiadi del 1984 aveva vint l'argento con la nazionale brasiliana, poi arrivò in Italia dove allenò vari club e la nazionale.

Da giocatore Bebeto ha conquistato 11 titoli brasiliani con il Botafogo, vestendo anche la maglia verdeoro della nazionale sudamericana alle Olimpiadi del 1976 tenutosi a Montreal. A inizio anno era stato richiamato dall'Atletico Mineiro per ricoprire il ruolo di Direttore amministrativo, su richiesta del presidente Sergio Sette Camara. Bebeto ha avvertito il malore fatale proprio all'interno del centro tecnico dell'Atletico Mineiro, a Belo Horizonte, dopo aver presenziato alla conferenza stampa di presentazione della sezione di football americano dell'Atletico Mineiro.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.