Lazio, Tare all'attacco: "Il campionato è falsato"

Share

Lazio, Tare all'attacco:

Nell'occhio del ciclone sono finite in particolare le due partite contro Fiorentina e Torino: nella prima gara è stato concesso un rigore allo scadere alla Viola, grazie alla tecnologia di cui sopra, mentre nel secondo, sempre con l'utilizzo del Var, l'arbitro ha espulso Immobile per una testata a Burdisso (episodio dubbio), subito dopo che alla stessa Lazio non era stato concesso un calcio di rigore per fallo di mano di Iago Falque. Per parlare del clamoroso errore di Guida, l'ultimo di una lunga lista ai danni dei capitolini, è intervenuto sulle frequenze di Radio Incontro Olympia il responsabile della comunicazione della Lazio, Arturo Diaconale: "La Lazio sta continuando ad essere danneggiata in questo campionato, compromettendo l'ottimo lavoro svolto sul campo che i risultati stavano e tuttora stanno premiando".

"Il Var ci ha tolto tanto in classifica". Poi il nuovo attacco alla classe arbitrale: "E' oramai evidente il malanimo che serpeggia nella categoria arbitrale nei nostri confronti". Tra novembre e dicembre siamo stati penalizzati in modo evidente. Ora lo riconoscono e lo ammettono anche operatori o esperti che non hanno mai avuto in simpatia la Lazio. Alla Lazio mancano almeno 12 punti. La posizione della Lazio oggi sarebbe diversa, non dico Champions sicura, ma quasi.

"Campionato falsato, sono errori o malafede?" Eravamo a tre punti dal primo posto, si parlava di Scudetto. Ma se pensava fosse stata simulazione, doveva ammonirlo per quel motivo e non per proteste. Non me la sento di dare percentuali, ma se lo vogliamo tutti, se continuiamo a lottare e correre, sono convinto che la Lazio nonostante le difficoltà possa raggiungere un risultato che sarebbe meritato e che continuiamo a sognare. Ma c'è stato un handicap. "Non c'è buona fede". Il campionato, lo dico con chiarezza, è stato totalmente falsato. "La qualità c'è. Alla fine, in fondo al mio cuore, penso riusciremo a farcela".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.