L'Alma Pramac Racing "battezza" alla Lamborghini un 2018 ambizioso

Share

L'Alma Pramac Racing

Petrucci e Miller hanno svelato la nuova livrea rossa, bianca e blu nella splendida cornice della Sala Olimpo della Manifattura Lamborghini a Sant'Agata Bolognese. Il compagno di squadra, invece, guiderà una GP17, la stessa con cui Andrea Dovizioso nella passata stagione ha vinto 6 gare. La moto va forte. E' il comportamento generale ad essere migliorato. Magari lo scorso anno ci mettevo 2 giri per andare più forte, qui ci vuole molto meno. Il cronometro poi è la risposta. "L'anno scorso abbiamo avuto qualche occasione, come ad Assen o a Misano". Quest anno voglio fare meglio dello scorso anno. "Non dobbiamo dimenticare poi i piloti che rappresenteranno il futuro, come Pecco Bagnaia, quindi per noi è una squadra davvero molto importante". Fino ad ora abbiamo fatto un gran lavoro nei test e non vedo di volare in Qatar. Fare la differenza è difficile. Per quanto riguarda la prima gara dell'anno, "Difficile dire dai test in che posizione siamo, perché qualcuno secondo me si è anche nascosto, ma sono convinto che possiamo fare bene". Spero di essere in quel gruppo. Ho lavorato molto per raggiungere il mio obiettivo. Un podio tutto Ducati in Qatar non sarebbe malissimo.

Una moto ed un sogno che più italiani non si può.

Il nuovo acquisto della squadra, Jack Miller si è adattato sin da subito alla Ducati. Abbiamo sempre fatto grandi cose da quando sono arrivato nel 2015. "La livrea della moto è stupefacente e anche il feeling di guida è ottimo", ha detto Jack Miller.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.