La storia del dipendente della Lega Nord aggredito fuori da via Bellerio

Share

La storia del dipendente della Lega Nord aggredito fuori da via Bellerio

Aggressione con ascia in via Bellerio a Milano, sede della Lega Nord. Alla risposta affermativa del dipendente di Radio Padania, l'aggressore ha estratto un'arma da taglio, mettendolo in fuga. Ancora non sono chiare le circostanze dell'accaduto di cui si è avuta notizia qualche istante fa a La 7, mentre Enrico Mentana alla conduzione della sua lunga diretta stava aggiornando proprio i dati della tornata elettorale e l'inviato sul posto lo informava che in questo momento Matteo Salvini viene ricevuto da Silvio Berlusconi per un colloquio. Il dipendente è riuscito a divincolarsi e l'uomo ha poi esclamato: "Mi fate schifo, adesso vengo da voi", con l'intenzione di dirigersi verso la sede del Carroccio. A denunciare l'episodio era stato nel primo pomeriggio lo stesso militante leghista, rimasto incolume, e ora i carabinieri stanno svolgendo le verifiche del caso.

Chi sono i fascisti? Momenti di tensione, dunque, fuori alla storica sede della Lega. L'uomo armato di accetta è stato fermato dalle forze dell'ordine senza che potesse far male a qualcuno. Un 55enne armato di accetta lo avrebbe minacciato, fortunatamente senza riuscire a ferirlo. Sul fatto che si sia trattato di un'ascia non ci sono conferme ufficiali.

Un Uomo pare che abbia cercato di aggredire in via Bellerio a Milano, un dipendente di Radio Padania.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.