Intimidazioni alla figlia omosessuale, denunciata una donna

Share

Intimidazioni alla figlia omosessuale, denunciata una donna

Due donne, madre e figlia, di 44 e 26 anni, avevano studiato un modo veramente efficace per truffare le loro prede e farsi consegnare i risparmi di una vita ma sono state scoperte dalla polizia di Frascati, alle porte di Roma. Agli agenti ha spiegato che da circa 5 anni durava quel rapporto osteggiato e che, a motivo delle tensioni, aveva deciso di andare via da casa e di convivere con la compagna. Prima sono partite le telefonate per convincerla a ritornare sui suoi passi, poi i messaggi offensivi e intimidatori. I titolari hanno licenziato la giovane per evitare conseguenze. È accaduto a Noto, dove una donna è stata denunciata dalla polizia per aver compiuto una serie di atti persecutori nei confronti della ragazza, che le aveva confidato di avere una relazione omosessuale. La donna è stata convocata in commissariato, denunciata e diffidata dall'avvicinarsi alla figlia.

Interviene sulla vicenda di cronaca il presidente di Arcigay Siracusa, Armando Caravini: "Rimaniamo sempre basiti dalla crudezza di alcune situazioni".

Non sopportava che la figlia fosse lesbica, per questo ha minacciato di sfregiarla con l'acido. "Come sportello e come associazione Arcigay ci mettiamo a disposizione di questa ragazza e della compagna per offrire i servizi a titolo gratuito sia da un punto di vista giuridico sia psicologico" conclude.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.