In Italia prima catena trapianti del rene innescata da cadavere

Share

In Italia prima catena trapianti del rene innescata da cadavere

E' stata realizzata in Italia, per la prima volta al mondo, una catena cross-over di #Trapianto del rene innescata da un #donatore cadavere. Nello specifico, un paziente in lista d'attesa ha ricevuto, nella giornata di ieri, un rene da un donatore deceduto mentre, successivamente, sarà prelevato il rene, per lui incompatibile, della donatrice vivente. L'eccezionale intervento è stato realizzato presso l'Azienda Ospedaliera dell'Università di Padova e a darne notizia è stato il direttore del Centro Nazionale Trapianti, Alessandro Nanni Costa, che ha sottolineato come la straordinaria tecnica messa in pratica presso l'ospedale veneto aumenterà notevolmente le disponibilità di organi da trapiantare. 24 ore fa la donazione da deceduto, tra 24 ore il prelievo del rene dal donatore. Lo scambio definito 'cross-over' è un'abitudine consolidata per consentire la trapiantabilità tra pazienti non compatibili, ma la grande novità questa volta è che la catena non partirà da un paziente vivente.

La complessa fase di studio per realizzazione del programma, presentata da Lucrezia Furian dell'équipe del Centro trapianti di rene dell'Ao universitaria di Padova durante gli Stati generali della Rete trapianti, ha richiesto un'attenta valutazione retrospettiva dei dati relativi a donatori-riceventi incompatibili, una scrupolosa analisi degli aspetti legati all'efficacia, alle problematiche etiche e a quelle logistiche e lo sviluppo di algoritmi per l'ottimizzazione delle catene di cross over.

Il programma, allargando il pool di potenziali donatori, faciliterà il trapianto di quei pazienti di difficile trapiantabilità (per esempio pazienti immunizzati) che non possono ricevere l'organo dal donatore vivente per loro disponibile a causa della presenza di anticorpi specifici nei confronti dello stesso donatore (incompatibilità).

La catena di trapianto cross-over è, in sintesi, la sequenza degli incroci che si hanno a disposizione.

È stato effettuato a Padova, per la prima volta al mondo un trapianto di rene cross over, partito da donatore deceduto.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.