Il Consiglio di Stato dà il via libera alle trivelle in Adriatico

Share

Il Consiglio di Stato dà il via libera alle trivelle in Adriatico

Consiglio di Stato boccia ricorso di Puglia e Abruzzo.

Il Coordinamento Trivelle Zero Molise esprime forte delusione e preoccupazione per la sentenza del Consiglio di Stato. Le prime due, del 28 febbraio, riguardano due ricorsi analoghi della Regione Abruzzo, che avevano visto poi il sostegno della Regione Puglia.

(Teleborsa) - Il Consiglio di Stato respingendo i ricorsi presentati dalla Regione Abruzzo, Emilia Romagna e Puglia, contro il ministero dell'Ambiente e la società Spectrum Geo Lfd, ha dato il via libera alla prosecuzione di attività di trivellazione, ovvero di prospezione e ricerca di gas al largo della costa adriatica. Le decisioni sono contenute in una serie di sentenze pubblicate tra il 28 febbraio e l'8 marzo.

Da Rimini a Termoli, dal Gargano al Salento, in un'area di oltre 30mila metri quadrati, la Spectrum Geo Ltd potrà avviare la ricerca di idrocarburi. I motivi di ricorso sono stati giudicati in parte infondati in parte inammissibili e molte delle censure sono state giudicate "generiche". Rossella Muroni, eletta alla Camera con LIberi e uguali, in un post su Facebook ha speigato che l'air gun "provoca onde sismiche sottomarine in grado di scandagliare i fondali attraverso appositi rilevatori sonori per verificare o meno la presenza di petrolio".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.