Givenchy è morto: addio allo stilista francese della Nuova Hollywood

Share

Givenchy è morto: addio allo stilista francese della Nuova Hollywood

"Hubert de Givenchy si è spento nel sonno sabato il 10 marzo 2018. I nipoti e le nipoti e i loro figli condividono il suo dolore", si legge nel comunicato diffuso per dare notizia della scomparsa. Ai milioni di ammiratori in tutto il mondo si chiede di non inviare fiori presso il domicilio dello stilista o alla sede ufficiale della Maison, ma di fare una donazione all'Unicef. Nonostante le reticenze della famiglia, nel dopoguerra Givenchy si reca a Parigi per dar vita al suo sogno di diventare uno stilista affermato. Nonostante il successo raggiunto a livello mondiale, Hubert de Givenchy non dimenticherà mai il suo maestro Cristobal Balenciaga, del quale dirà, così come ricorda Simone Marchetti su D.Repubblica.it: "Da lui ho imparato che non bisogna mai barare né nella vita né nel lavoro".

La moda perde un altro stilista che ne ha fatto la storia: Hubert de Givenchy, stilista francese che nel 1952 ha fondato la nota casa di moda che porta il suo nome, Givenchy, ci ha lasciati.

Nel 1953 l'incontro con la sua musa, l'attrice Audrey Hepburn, che si trovava a Parigi per le riprese del film "Sabrina". Nascono così i suoi modelli più celebri, come l'abito a bustino e la gonna a palloncino, caratterizzati da linee semplici che con la oro eleganza continuano a conquistare anche gli stili più attuali.

Givenchy è diventato famoso per aver vestito le Dive più importanti dell'era definita "La Nuova Hollywood", quella compresa tra gli anni '60 e gli anni '80. Dopo la Hepburn saranno moltissime le donne del jet set e del cinema a voler vestire abiti Givenchy, da Grace di Monaco a Jackie Onassis.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.