Fisco, entrate tributarie in aumento dell'1%

Share

Le entrate tributarie erariali a gennaio sono aumentate dell'1,2% rispetto allo stesso mese di un anno fa a a 35.592 milioni di euro. Nel confronto con il 2016, l'andamento delle entrate tributarie del 2017 risente della diminuzione della entrate in conto capitale derivanti dall'emersione delle attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero (voluntary disclosure). La crescita delle imposte dirette, spiega il Ministero, riflette essenzialmente l'andamento delle ritenute IRPEF sui lavoratori dipendenti e sui pensionati (+570 milioni di euro, +2,7%). Al netto della voluntary disclosure, le entrate registrano un incremento dell'1,5%. Le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 13.998 milioni di euro (-367 milioni di euro, pari a -2,6%); considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 13.526 milioni di euro (-384 milioni di euro, pari a -2,8%). Nel periodo gennaio-dicembre 2017 le entrate del Bilancio dello Stato hanno registrato incassi per 465.587 milioni di euro (+8.757 milioni di euro, pari a +1,9%).

Il gettito dei ruoli derivanti dalle entrate tributarie si è attestato a 686 milioni (-12 milioni di euro, -1,7%) di cui: 400 milioni di euro (-26 milioni di euro, -6,1%) sono affluiti dalle imposte dirette e 286 milioni di euro (+14 milioni di euro, +5,1%) dalle imposte indirette. Al risultato contribuiscono le imposte dirette, che aumentano del 2%, mentre si riducono le imposte indirette (-0,7%). Il risultato è dovuto principalmente agli incassi realizzati nei mesi di agosto (+1.209 milioni di euro), ottobre (+1.089 milioni di euro), novembre (+99 milioni di euro) e dicembre (+1.008 milioni di euro) per effetto della misura sulla "rottamazione delle cartelle esattoriali".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.