Elezioni politiche 2018, debutta la scheda antifrode: cos'è e come funziona

Share

Elezioni politiche 2018, debutta la scheda antifrode: cos'è e come funziona

Al momento della consegna delle schede agli elettori, i presidenti di seggio devono far prendere nota del codice sulle liste elettorali.

Tra gli antichi mestieri in cui gli abitanti di Cava de' Tirreni eccellevano, c'è sicuramente l'abilità nell'arte muraria, e i portici della cittadina metelliana.

A questo punto l'appendice con il tagliando è staccata dalla scheda e conservata dai componenti dei seggi elettorali, che controllano se il numero del tagliando sia lo stesso di quello annotato prima della consegna della scheda all'elettore; solo dopo tale controllo il presidente del seggio inserisce la scheda stessa nell'urna.

Clicca qui invece per tutti i candidati delle liste elettorali per le politiche nazionali presente sulle schede dei collegi (Camera e Senato) di Rovato. La scheda elettorale non dà la possibilità di utilizzare le preferenze, come succede alle elezioni regionali nel Lazio, né è possibile dare un voto disgiunto scegliendo un candidato all'uninominale e una lista a lui non collegata al proporzionale. Sulle schede si troverà nome e cognome del candidato uninominale. Le disposizioni, infatti, prevedono che sia quest'ultimo, materialmente, a inserire la scheda nell'urna. Gli elettori potranno apporre un segno sul nome di un candidato uninominale e il voto si estenderà alla lista o alle liste collegate in maniera proporzionale ai voti ottenuti nel collegio da ogni singola lista, oppure semplicemente sulla lista prescelta.

E' vietato scrivere sulla scheda il nominativo dei candidati e qualsiasi altra indicazione. Con il sistema maggioritario sono assegnati 232 seggi alla Camera e 116 seggi al Senato. Nelle intenzioni del legislatore quello di evitare i brogli e lo spettro delle schede pre-votare, impedendo che l'elettore sostituisca la scheda all'interno della cabina. Chi l'avesse smarrita può richiederne il duplicato ai rispettivi comuni di residenza, aperti da martedì 27 febbraio a sabato 3 marzo, dalle ore 9 alle ore 19, e domenica 4 marzo, giorno del voto.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.