Dossier sui preti gay, il cardinale Sepe: "Preoccupato e indignato"

Share

Dossier sui preti gay, il cardinale Sepe:

Ci sarebbero anche i nomi di alcuni preti appartenenti alle diocesi di Acireale, Catania, Messina, Noto, Piazza Armerina e Palermo nel dossier consegnato alla Cancelleria della Curia Arcivescovile di Napoli che denuncia casi di condotta non appropriata per chi indossa l'abito talare. Tra le diocesi salernitane coinvolte, il più alto numero di religiosi interessati si trova a Teggiano, Campagna, Salerno, Acerno, Nocera, Sarno, Amalfi, Cava. In Curia, spiega ancora Mangiacapra, "ho collaborato all'identificazione e allo smistamento del materiale da me fornito a supporto delle informazioni che ho fornito".

"Sono coinvolti 60 preti", dice il gigolò "Tutti impegnati in atti o proposte sessuali con uomini". "Non c'e' nulla di inventato nella documentazione - tiene a precisare - sono fatti circostanziati". "Sepe dovrebbe parlare di Chiesa in generale, lesa proprio in quanto Chiesa, senza dire che si sono solo due preti coinvolti a Napoli - evidenzia - Lo scaricabarile è un discorso politico, la mia vuole essere una riflessione". "Ad essi va il grato riconoscimento, e per questa generosa offerta di se stessi le nostre comunità non si sentano tradite!". Lo si afferma in una nota della Curia partenopea. "Perche', da persona che ha fatto una scelta (quella di gigolo' ndr.) devo subire uno stigma da parte di chi in pubblico dice una cosa e in privato ne fa un'altra?". Qualche sciacallo vuole usare il mio coraggio per infangare qualcuno. Francesco Mangiacapra è un ex avvocato che, da alcuni anni, si prostituisce come escort ed è riuscito ad arrivare alle alte sfere della Chiesa e del vaticano, nella "lobby gay" dei sacerdoti., come la definisce lui. Mangiacapra sostiene che le mele marce all'interno della Chiesa siano un ostacolo al progresso civile ed è deciso a lottare fino alla fine per contribuire attivamente ad eliminarle. "Dannoso e inutile fare il 'totopreti' - conduce - Quello che conta e' riflettere".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.