Discarica abusiva in area archeologica sull'Appia: due denunciati e area sequestrata

Share

Discarica abusiva in area archeologica sull'Appia: due denunciati e area sequestrata

Il provvedimento riguarda un terreno di circa 3000 mq, ubicato in Roma via Lucrezia Romana zona Osteria del Curato, ove nei giorni scorsi i Carabinieri della Stazione Roma Appia avevano sorpreso un cittadino bosniaco mentre sversava illecitamente rifiuti speciali trasportati su un autocarro. I militari, in collaborazione con personale dell'Arpae di Faenza, considerato il pericolo che poteva scaturire per l'ambiente circostante e per la salute pubblica, sono intervenuti per rilevare la natura e la reale consistenza del deposito: le carcasse di veicoli non bonificati erano appoggiate direttamente sul suolo, senza alcuna precauzione contro le infiltrazioni.

Continua incessante l'operato dei Carabinieri tendente a contrastare e reprimere reati in materia ambientale, problema dilagante che interessa tutto il territorio e che sta producendo effetti preoccupanti di inquinamento del terreno, dei corsi d'acqua e delle falde acquifere sotterranee, creando altresì effetti negativi sulla produzione agroalimentare della zona in questione. I Carabinieri hanno eseguito un sopralluogo. All'interno scavi archeologici in pessimo stato di conservazione, sui quali venivano scaricati rifiuti speciali anche pericolosi. Un capannone in lamiera adibito a stalla.

I Carabinieri, dopo avere approfondito gli accertamenti, hanno deferito alla Procura della Repubblica anche un appartenente alla famiglia Casamonica. Fornendo a questi ultimi energia elettrica proveniente da un contatore - artatamente manomesso - installato in una vicina proprietà riconducibile alla citata famiglia Casamonica. Inoltre, secondo l'accusa, l'uomo aveva adibito a stalla per la custodia di equini e materiale di equipaggiamento ippico, il capannone presente nell'area e aveva autorizzato allo sversamento dei rifiuti il bosniaco. riproduzione riservata ®.

In relazione al sequestro è stata data comunicazione anche al Dipartimento Patrimonio - Sviluppo e valorizzazione del Comune di Roma Capitale quale ente proprietario dell'intera area.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.