Copertura vaccinale al 95%, l'Istituto superiore di sanità: "Obiettivo raggiunto"

Share

Copertura vaccinale al 95%, l'Istituto superiore di sanità:

Secondo i primi dati raccolti dall'Istituto Superiore di Sanità, per l'esavalente è stata superata la soglia del 95% di bimbi vaccinati, oltre la quale si considera che l'immunità di gregge è stata raggiunta. E per il morbillo abbiamo avuto una crescita di circa il 6%, quindi anche in questo caso ci avviciniamo a quella soglia", spiega il diretto del Dipartimento Malattie Infettive del'ISS Giovanni Rezza che ha poi aggiunto: " le vaccinazioni sono aumentate e questo era l'obiettivo del decreto, non puntire i genitori inadempienti.

"I dati - spiega Rezza - sono ancora preliminari e riguardano solo alcune regioni, mentre quelli complessivi e definitivi arriveranno fra circa un mese".

A Milano, invece, sono quattro i bambini fino a sei anni che non sono potuti entrare negli asili nido e nelle scuole materne comunali perché non in regola con la documentazione sulle vaccinazioni.

La notizia arriva nel giorno in cui l'ingresso dei bimbi nei nidi e nelle materne potrebbe essere suscettibile di brutte sorprese: i genitori che fossero sprovvisti della certificazione dell'avvenuta vaccinazione o della prenotazione in una Asl rischiano di veder negare l'entrata dei propri piccoli nelle aule. Si rischia una caccia all'untore verso i bambini non vaccinati che è inaccettabile. Alcuni genitori si sono giustificati dicendo di non aver avuto tempo.

"Quello che interessa a noi - conclude Rezza - è il raggiungimento di coperture adeguate, per la messa in sicurezza dei bambini".

Quattro bambini non sono risultati in regola con i vaccini e la dirigente scolastica li ha rimandati a casa ordinando alle famiglie di mettersi in regola con le disposizioni di legge.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.