Camorra, scoperto un traffico di droga nel Napoletano

Share

Camorra, scoperto un traffico di droga nel Napoletano

I promotori del gruppo di trafficanti, agevolando l'organizzazione camorristica degli Orlando comprendente anche elementi dei clan Nuvoletta e Polverino, rappresentavano il punto di congiunzione tra fornitori di droga inseriti in contesti criminali più vasti - contesti ai quali ambivano in prima persona con la partecipazione diretta alle "puntate" - e gli spacciatori al dettaglio di Campania e Lazio, loro stabili acquirenti.

Un giro d'affari di circa 100mila euro a settimana quello che si riusciva a movimentare intorno al traffico e alla vendita della droga. I militari dell'Arma hanno eseguito l'ordinanza di misura cautelare nei confronti di 31 indagati.

Un nuovo maxi blitz dei carabinieri del comando provinciale di Napoli assesta un duro colpo ai traffici di droga tra Italia e l'estero.

L'indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale di Napoli, condotta dall'ottobre 2015 fino ad oggi, mediante attività tecniche e servizi di osservazione e pedinamento, ha permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati in ordine alla costituzione di un'articolata associazione dedita al traffico di sostanze stupefacenti, del tipo hashish e marijuana attraverso molteplici canali di distribuzione sul territorio nazionale, principalmente in Campania e nel Lazio.

Acquisiti elementi a carico di pedine fondamentali nel traffico di internazionale di hashish dal Marocco a Napoli attraverso la Spagna.

Sono stati scoperti i custodi, tra cui anche una donna che forniva appoggio logistico: è stata arrestata nel corso delle indagini perché nascondeva nella sua vettura circa 50 chili di hashish.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.