Cagliari, Giulini: "Spero che Barella e Romagna restino ancora qui"

Share

Cagliari, Giulini:

Allindomani del posticipo della 26^ giornata, Tommaso Giulini, presidente del club rossoblu, è stato intervistato dai microfoni di Radio Radio Tv: “Ci si sente un po bastonati il giorno dopo e non si vede lora di giocare la partita successiva, anche se non dimenticheremo i cinque gol presi dal Napoli in casa nemmeno vincendola.

"La sconfitta di ieri?" Lopez però ha ragione: l'atteggiamento del primo tempo è stato giusto, abbiamo provato a giocare la partita, ma abbiamo commesso degli errori sul primo e sul secondo gol e se lasci al Napoli le ripartenze diventa tutto più difficile.

"Nel secondo tempo abbiamo provato a reggere solo i primi dieci minuti, poi abbiamo lasciato campo e spazio ad un Napoli troppo forte e non abbiamo più retto". Probabilmente potevamo fare qualcosina in più nel secondo tempo invece ci siamo fatti prendere da un aspetto a quel punto più psicologico - ha aggiunto - il morale è crollato e il secondo tempo è stato molto brutto.

"Dai primi allenamenti dell'anno scorso abbiamo visto subito che poteva diventare un potenziale grande giocatore". Scudetto? Il Napoli è una squadra più difficile da affrontare: gioca un calcio fantastico e ti punisce al primo errore. È difficile opporsi alla loro forza. "E' chiaro che se il Napoli non dovesse avere infortuni se la giocherà fino a fine stagione". Lotta scudetto? In generale credo che la Juve abbia una rosa più ampia e quindi più possibilità di vincere il titolo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.