Barbara Bouchet: "Quentin Tarantino? Non lo stimo come uomo"

Share

Barbara Bouchet:

Spazio anche per la vita privata della star dove l'artista ha raccontato di vivere con soli 511 euro al mese di pensione a causa di un mancato versamento dei contributi durante il periodo lavorativo: "L'ho scoperto qualche anno fa". Ho pianto come pochi ma pazienza, non c'era più niente da fare. Ma a farmi da parte non ci penso, in pensione ci andrò solo quando volerò in cielo. "Finché c'è linfa nelle mie vene, continuerò a lavorare". Attualmente, infatti, la Bouchet è a teatro con Corinne Cléry e Marisa Laurito, nella pièce Quattro donne e una canaglia ma anche al cinema, nel film che vede la partecipazione pure di Fabio De Luigi e Miriam Leone Metti la nonna nel freezer.

Tra l'amato lavoro e il successo di suo figlio Alessandro, la diva dagli intensi occhi blu ne approfitta per togliersi anche qualche sassolino dalla scarpa, dicendo ciò che pensa di uno dei registi più acclamati al mondo, Quentin Tarantino: "Anche se ha sempre avuto belle parole per me, non sa neanche dove sta di casa il rispetto". Tanti di quei produttori, che non mi avevano versato i contributi, erano già morti. Lui mi voleva nel ruolo di sua moglie e allora io partii, feci i provini, mi preparai e il giorno prima delle riprese dette buca alla produzione perché, disse, non voleva farsi vedere grasso da me. Si sente Dio sceso in terra", ha spiegato la Bouchet parlando del regista Quentin Tarantino con il quale ha avuto modo di lavorare durante la sua carriera: "se Tarantino ha espresso la sua stima verso l'attrice, non si può dire lo stesso di Barbara Bouchet. Da quel matrimonio sono nati Alessandro e Massimiliano. A quanto pare oggi è lei ad essere definita semplicemente come la mamma dello chef Alessandro Borghese. Alessandro è conosciuto al grande pubblico grazie a programmi di successo come "4 ristoranti" e "Junior MasterChef". Vive tra Roma, Milano, Londra e gli Stati Uniti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.