Ballabio, lo Tsunami della Lega. Pesante calo per M5S, Pd e FI

Share

Ballabio, lo Tsunami della Lega. Pesante calo per M5S, Pd e FI

Intanto, alla sede di San Lorenzo in Lucina, l'ufficio elettorale di Gregorio Fontana, raccoglieva i dati e provava a diffondere ottimismo.

(Rimini) Una "valanga verde-azzurra di centro-destra che ha spazzato via il rosso da Rimini e dintorni".

Ci sarà una crisi finanziaria nel 2018? Quel che fa la differenza è il sorpasso su scala nazionale della Lega sul partito di Silvio Berlusconi. Matteo Salvini ha personalizzato lo scontro con Matteo Renzi e sembra essersi avvantaggiato delle difficoltà del Pd.

Infine, proporrei al Consigliere Piazza di mettere da parte infantili personalismi nell'ottica di sviluppo del partito, se questo è il suo vero obiettivo. "In soli 3 paesi, poi, Forza Italia è stata superata dalla Lega". Infatti, con il dato del 29,64% di voti diretti al partito del Presidente Berlusconi, l'elezione di Francesco Cannizzaro risulta essere la prima per quanto riguarda i seggi uninominali, distaccando il secondo di quasi sette punti percentuali, Paolo Barelli eletto nel collegio 6 di Terracina-Lazio 2- con il 23,78%. Non è bastato il risultato al di sotto delle aspettative di Noi con l'Italia, il partito centrista di Maurizio Lupi, Lorenzo Cesa e Raffaele Fitto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. I costi sarebbero sicuramente stati maggiori, ma visto l'alto tasso di residenti nella zona sarebbe stato assolutamente giustificabile, anche a fronte della stipula di un muto, che invece apprendiamo dal Piano degli Investimenti 2018/2020 di recente approvazione, essere stati accesi per cifre astronomiche per opere assolutamente di minore importanza come Rigenerazione del Polo ex Montedison Pala Universo €. Questo è il quadro nel quale il leader leghista ieri ha pronunciato di nuovo parole caute, istituzionali e che in un passaggio potrebbero convergere con l'ipotesi di un governo di minoranza alla spagnola che poggia sull'astensione del Pd. Non tarda ad arrivare la reazione del coordinatore provinciale del partito, Davide Bergna, che nel suo ruolo cerca di porre fine alle schermaglie, tirando però bordate pesanti alla fazione avversa, rea di aver fatto mancare voti in alcuni territori e a suo tempo del sostegno a Brivio nella corsa con Negrini per Palazzo Bovara.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.