Avetrana, Franca Leosiniintervista Sabrina e CosimaLa loro versione in tv

Share

Avetrana, Franca Leosiniintervista Sabrina e CosimaLa loro versione in tv

Nell'attesa intervista a Sabrina Misseri e a sua madre Cosima Serrano, le due donne, per la prima volta, raccontano la loro verità su uno degli omicidi che ha interessato maggiormente l'opinione pubblica. Protagonista assoluta è stata però Sabrina, alla quale è stata dedicata gran parte della prima puntata di Storie Maledette dedicata al delitto Scazzi. "Franca for president", e ancora: "Comunque la si pensi il lavoro dietro questo programma è immenso e la grandezza della Leosini non si può esprimere a parole".

Come hanno scritto su Twitter, Storie Maledette è l'unica trasmissione che inizia puntuale, alle ore 21:25 Franca Leosini ha iniziato a parlare di Sarah Scazzi, con una delicatezza incredibile: "Nell'iconografia classica gli angeli sono biondi e lievi". Mi accosto a questi personaggi non per giudicare, ma per capire. Sabrina, inoltre, ha ripercorso il rapporto con Ivano Russo, dal momento in cui lo conobbe sino all'innamoramento divenuto ossessione, e che secondo gli inquirenti sarebbe all'origine della tragedia. In modo particolare, la Leosini ha insistito sulla storia d'amore tra Sabrina e Ivano, sostenendo che "lei praticava massaggi a Ivano Russo, ma sembra che a muovere le mani con efficacia felicemente terapeutica fosse anche Ivano Russo su di lei", oppure, facendo riferimento a un altro episodio nel loro rapporto, incalzando con la domanda "l'incauto giovanotto, mentre frenando i suoi ardori lombari s'inforcava le mutande, come si giustifica con lei?". Sabrina sbotta: "Questo lo dice lei".

La confessione è arrivata per giustificare alcune delle frasi che Sabrina avrebbe rivolto a Sarah, ma la Misseri ha voluto così spiegare che lei e la cugina ne avevano passate tante.

Con un piccolo colpo di scena, che non era stato preventivato da molti, la puntata non si chiude con la terminazione del racconto, visto che ci sarà una seconda puntata di Storie Maledette sul caso di Avetrana, in onda domenica 18 marzo 2018, come prontamente Rai3 pochi secondi dopo la sigla finale.

Sono emersi nel corso dell'intervista anche fatti inediti, che non erano stati registrati anche all'epoca del grande clamore mediatico sulla storia: Sabrina Misseri ha affermato -tra le lacrime- che sia lei che Sarah Scazzi, alle scuole medie, erano state prese di mira dai bulli. Cosima Serrano invece ha raccontato che quando Sarah era piccola giocavano molto insieme e ha smesso quando la nipote le ha chiesto di essere adottata.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.