Android P: rilasciata la prima Developer Preview

Share

Android P: rilasciata la prima Developer Preview

Rilasciando la developer preview numero 1 BigG potrà già iniziare a lavorare con gli sviluppatori per ricevere feedback, affinare le feature proposte e preparare chi le applicazioni Android le fa a ciò che dal Q3 2018 sarà la nuova versione del suo sistema operativo mobile.

Altre novità. Tra le altre novità che emergono con la prima preview di Android P abbiamo poi il supporto nativo alla codifica del formato HEIF, miglioramenti al sistema di riempimento automatico per le password e l'autenticazione tramite impronta digitale nelle app. Ci sono inoltre nuove API multi-camera che permettono alle applicazioni di gestire contemporaneamente l'output di più fotocamere, aprendo quindi a nuovi scenari di sfruttamento di moduli dual camera. Gli sviluppatori potranno infatti inserire nuove funzionalità all'interno del sistema di notifiche, mostrando immagini e adesivi, visualizzare conversazioni complete con i nomi dei contatti e suggerire addirittura le cosiddette "smart reply", ossia risposte rapide coerenti con il contenuto della conversazione.

Nel corso delle prossime settimane verranno rilasciati nuovi aggiornamenti OTA e Android P dovrebbe essere presentato ufficialmente nel corso del prossimo Google I/O.

Il primo dettaglio che salta all'occhio è che Android P avrà il supporto per il notch.

Android P bloccherà l'utilizzo della fotocamera a schermo spento.

Supporto HDR (High Dynamic Range VP9 Profile 2) per una qualità di immagini ancora più incredibile. Si aggiornano anche le API Neural Networks per un machine learning migliore, e quelle per l'Autofill. Limitato anche l'accesso al microfono, alla fotocamera e ai sensori di un dispositivo da parte delle app inattive. Si tratta dunque di una procedura per la quale sono necessarie determinate competenze per cui, qualora decideste di volervi cimentare, vi invitiamo alla massima attenzione. Quando si passa da un'applicazione a un'altra, l'animazione del passaggio in Android P avviene in verticale, mentre in passato era in orizzontale. Bisognerà aspettare luglio-agosto per conoscere il nome ufficiale di Android 9.0.

Google ha anche pubblicato la sua roadmap per Android P. Una seconda versione di Developer Preview è prevista per l'inizio di maggio 2018, la Developer Preview 3 sarà disponibile all'inizio di giugno, la Developer Preview 4 a fine giugno e la Developer Preview alla fine di luglio per un rilascio finale di Android P programmato per il terzo trimestre del 2018, probabilmente ad agosto come Oreo.

La Developer Preview di Android P può essere scaricata dai possessori di un Google Pixel, di un Google Pixel XL, di un Pixel 2 e di un Pixel 2 XL.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.