Amaurys Perez rinnega Pechino Express: parla Eva Henger

Share

Amaurys Perez rinnega Pechino Express: parla Eva Henger

L'atleta, durante la scorsa diretta dell'Isola dei Famosi, ha dichiarato di non apprezzare particolarmente l'atteggiamento assunto dall'ex stelle del cinema a luci rosse riguardante il canna-gate, affermando che Eva Henger non fa altro che sputare nel piatto dove ha mangiato. Infatti oltre ad attendere il rientro in Italia della bella Paola di Benedetto, l'ex tronista ha svelato su Instagram chi è la vera donna della sua vita. "Ormai non mi sorprendo più di niente" ha aggiunto l'ex moglie di Riccardo Schicchi che è poi stata fermata da Alfonso Signorini mentre stava facendo altre scottanti rivelazioni sulla partecipazione dei Perez a Pechino Express. "La spinta verso la verità mi anima: più sento menzogne, più tiro dritta". Parole che hanno confermato l'ottimo rapporto tra Amaurys e la produzione del reality show, ma sulle quali la Henger ha avuto qualcosa da ridire nell'ultima puntata di Casa Signorini.

"Io per una settimana ho subito le sue lamentele per quanto riguardava quest'altro reality, Pechino Express, lui continuava a dire che hanno fatto uscire sua moglie come un tiranno, che lo hanno fatto vedere come una persona debole che non riusciva a reagire alla moglie". "Monte fumava sempre, ogni volta che passavamo lo vedevamo - accusa la Henger - Il nome bippato?"

Quando ho sollevato il problema della canna, davanti a lui (Andrea Marchi, capo degli autori di Magnolia in Honduras, ndr) eravamo in nove: io, Franco Terlizzi, Craig Warwick, Cecilia Capriotti, Francesca Cipriani, Amaurys Perez, Chiara Nasti, Nino Formicola, Giucas Casella. Questa volta rivela i nomi dei naufraghi che sapevano dell'uso della sostanza stupefacente fumata da Francesco Monte, e che hanno dichiarato, invece, di non aver visto o saputo nulla a riguardo. Alessia Marcuzzi continua ad invitare gli altri programmi a non trattare una questione così delicata, che dovrà finire in tribunale, ma ovviamente è esploso il caso mediatico. Lei parla piano in studio, è posata perché ha già studiato quello che deve dire. "E se l'ho fatto è solo perché ci ha fatto correre un rischio enorme", ha poi concluso. Le maschere cadranno una a una, tanto vale esporsi.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.