A Sassari la giornata mondiale rene

Share

A Sassari la giornata mondiale rene

Il tema di quest'anno sarà "I reni e la salute delle donne e sarà un occasione per riflettere sull'importanza della salute delle donne e, in modo particolare, dei reni".

E' questa la disponibilità che, anche grazie al supporto della Croce Rossa Italiana, sarà offerta nell'ambito delle iniziative collegate alla Giornata Mondiale del Rene. Come ogni anno l'UOC di Nefrologia e Dialisi dell'Ateneo peloritano, diretta dal Prof.

Giovedì 8 marzo è organizzato l'evento "Porte aperte in Nefrologia", che si svolgerà all'Ospedale di Chivasso (dalle 14 alle 17 in Emodialisi, a piano terra), all'Ospedale di Ciriè (dalle 9 alle 15 in Emodialisi, a piano terra) e all'Ospedale di Ivrea (dalle 9 alle 15 presso l'atrio d'ingresso del Presidio), con la presenza di medici e infermieri.

"L'importanza della prevenzione - ha spiegato Maria Cossu, direttore della Nefrologia e dialisi dell'Aou di Sassari - è legata al fatto che le patologie renali danno una sintomatologia molto tardiva e quando il paziente avverte i disturbi, nella maggior parte dei casi, la funzionalità renale è già severamente compromessa. In Italia una persona su dieci presenta, anche a sua insaputa, una malattia cronica renale". Il recente studio CARHES (Cardiovascular risk in Renal patients of the Health Examination Survey), condotto proprio dalla Società Italiana di Nefrologia, ha fotografato la reale diffusione della malattia renale in Puglia, registrando una prevalenza di MRC del 7,5% negli uomini e del 6,5% nelle donne tra i 35 e i 79 anni. Alcune malattie renali poi, come la nefrite lupica e le infezioni renali, la pielonefrite acuta e la pielonefrite cronica, colpiscono prevalentemente le donne e il rischio di infezioni e di patologie renali aumenta in gravidanza. Sarà distribuito materiale informativo sulla prevenzione delle malattie renali, misurata la pressione arteriosa e, qualora necessario, sarà attivato un successivo programma di approfondimento clinico. "È quindi importante incoraggiare e facilitare l'educazione, la diagnosi precoce e uno stile di vita sano - afferma ancora la responsabile dell'unità operativa complessa di Nefrologia del Santissima Annunziata - per prevenire la malattia e rallentarne l'evoluzione". La manifestazione si svolgerà in contemporanea in molte città d'Italia e del mondo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.