Verdi: "Rifiuto al Napoli? Ecco cosa è successo"

Share

Verdi:

"Non ho detto no al Napoli, ho detto sì al mio percorso al Bologna: non potevo andarmene a gennaio dopo tutta la fiducia che ha risposto in me quando venivo dalla retrocessione col Carpi".

Ma il caso è montato comunque. "L'ambizione è sempre di giocare con grandi campioni ma qui sono a casa". Ho sentito tante falsità, cose brutte persino sulla mia famiglia e sulla mia fidanzata, che avrebbero interferito nella scelta. Poi ho sbagliato anch'io.

E com'era la situazione? Ma, dopo avere giocato già in sei squadre, a 25 anni qui ho trovato perla prima volta la mia casa calcistica. Sento di avere un progetto da condurre fino a giugno. Poi? "Adesso però pensiamo al presente, non mi sono pentito neanche per un attimo della mia decisione". "Altri club dietro? Nessuno muove i fili". Mi viene da ridere. "Al momento non penso al futuro e dietro il rifiuto non ci sono altre squadre, so ragionare da solo".

Infine Verdi rivela anche i toni della telefonata con Sarri: "Una telefonata amichevole. E io non ho mai detto sì al Napoli per poi cambiare idea". "Ha capito, con molta serenità e sensibilità". "Ne ho fatti tanti: ala, seconda punta, trequartista".

È uno dei pochi ambidestri totali su piazza.

Una sorta di scelta di cuore, dunque, quella di Verdi, che ha scelto di sposare la causa del Bologna per aiutare la rosa a conquistare una salvezza tranquilla.

Il no al Napoli è un sì al Bologna. Un piede è uguale all'altro. A Castellammare e Carpi ho finalmente imparato a cavarmela da solo. Il confronto è servito perché avere tutto può toglierti il meglio.

Palacio è un modello cui tendere? .

È vero che Ronaldo dal vivo è stato un flash mistico? . E' stata un'esperienza formativa che, paradossalmente, mi ha dato tanto.

Poteva andare al Napoli, era tutto fatto, poi il ripensamento e la decisione che era meglio concludere la stagione con la maglia del Bologna: a metà guado ha ritenuto più importante continuare con la scuola di Donadoni piuttosto che cimentarsi in una realtà completamente differente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.