Trasportava 42 ovuli di eroina in uno zaino, un arresto nel cosentino

Share

Trasportava 42 ovuli di eroina in uno zaino, un arresto nel cosentino

E così è stata fatta intervenire l'unità cinofila con il pastore tedesco antidroga "Abos", fino a quel momento impegnato nel controllo di altri passeggeri, che grazie al suo fiuto, ha dato conferma ai sospetti. I Finanzieri decidevano quindi di approfondire il controllo accertando la presenza, all'interno di uno zaino, di 42 ovuli ancora sigillati, che contenevano circa 10 gr. di eroina ciascuno.

L'esame del passaporto e dei documenti di viaggio dello straniero hanno fatto subito capire come l'uomo avesse fatto da corriere, viaggiando nei giorni precedenti dal Pakistan, passando da Dubai per poi arrivare in Italia con gli ovuli in corpo, ingeriti per passare i controlli negli aeroporti. Si eseguiva quindi il sequestro della sostanza stupefacente e dei telefoni cellulari rinvenuti ed all'arresto, su indicazione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari, del cittadino pakistano, per la violazione di cui all'art. 309/90 (Testo unico sulla droga), che punisce la produzione, il traffico e la detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope. Arrestato, rischia dai 6 ai 20 anni di carcere.

Il quantitativi di eroina intercettato, considerando i "tagli" successivi a cui viene di solito sottoposto avrebbe consentito di realizzare circa duemila dosi, per un guadagno della criminalità organizzata che si aggira intorno ai 100 mila euro. Che è stato arrestato, nella serata di ieri, dopo che i militari hanno rinvenuto, nella sua auto, 40 grammi di eroina.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.