Roma, Monchi: 'Ecco perché abbiamo venduto Salah e non Dzeko, Florenzi...'

Share

Roma, Monchi: 'Ecco perché abbiamo venduto Salah e non Dzeko, Florenzi...'

La Roma, dalla scorsa estate, ha dato in mano le redini della direzione sportiva a Ramon Monchi, il dirigente arrivato dal Siviglia ha avuto poco tempo integrarsi nel calcio italiano e pronti via gli è stato chiesto di costruire la squadra per la stagione in corso: "I numeri sono importanti per la società e abbiamo bisogno di gestire bene l'azienda, ma per i tifosi sono importanti i trofei e le vittorie e vorrei portarli anche io, perché a Roma mancano da tanto".

Sulle gare di Champions League: "Ho seguito la Champions League, è stata una bella partita con un risultato insperato alla fine perché sembrava che il PSG avesse fatto meglio".

Sulla cessione di Salah: "Alla fine possiamo arrivare a quella cifra, in quel momento avevamo bisogno di vendere e quella era un'opzione importante". Era necessaria per noi questa vendita, ora il prezzo sarebbe stato ancora più alto. "Poi, quando arrivai a Roma, Salah aveva già un'offerta del Liverpool e lui voleva andarci". E pure Ounas in passato "ma il Napoli ci è arrivato prima". Lui è stato un calciatore che in questo momento potrebbe essere paragonato ad un top player come Messi, Neymar, Ronaldo o Kane. Il direttore non si è tirato indietro ed ha spiegato alcuni dettagli: "Noi abbiamo iniziato a parlare con il Chelsea per Emerson e solamente dopo loro hanno cominciato a richiedere anche Dzeko". Ma io dico, eravamo convinti di vendere Emerson e lo abbiamo fatto. La fiducia che abbiamo in Patrik e Gregoire è tanta, ma se Dzeko fosse andato al Chelsea avremmo preso un attaccante.

E sui nomi: "Giroud era una possibilità, come lo era Batshuayi". Per lui siamo arrivati a 50 milioni con i bonus.

-Sulle cifre spese per Defrel e Schick: Il direttore ha anche difeso gli ingenti investimenti sostenuti per acquistare Defrel (23 milioni) e Schick (42 milioni): "Finora abbiamo pagato 6 milioni Schick e 5 milioni Defrel. E' un attaccante ma può giocare anche come esterno perché è molto forte".

"Lo scorso anno abbiamo preso Vazquez e Correa, mentre quest'anno hanno preso Muriel e Montella. E' un ottimo giocatore ".Gli viene fatto notare che il fallimento della trattativa sia stata una fortuna visto che la Roma ha poi preso Under al suo posto, Monchi ha risposto: "credo che Ounas sia un bel giocatore e non sappiamo come sarebbe andata se fosse venuto qui".

"E' vero. Io sono di quelle parti e il carnevale è la festa più importante".

Quanto è importante la nutrizione nel calcio? . Stanno facendo bene. E' arrivato in finale di Coppa del Re e lotta per la Champions.

Che rapporto ha con Pallotta? Nella sua testa pensa ad una Roma campione e che vinca. Ma l'importante è saperlo e, in qualche maniera, conviverci.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.