Macerata, Boldrini a Salvini: perché non ha controllato Traini?

Share

Macerata, Boldrini a Salvini: perché non ha controllato Traini?

E in effetti Boldrini non si lascia pregare: "armata" di cartelli con hashtag annessi, l'esponente di LeU affronta il tema dell'immigrazione spiegando che "i migranti sono la gallina dalle uova d'oro di Salvini" e che "senza di loro la sua carriera politica non sarebbe stata così".

"Bisogna espellere i clandestini migliorando gli accordi che ci sono o facendo nuovi accordi con i Paesi che ci mandano delinquenti". "Il centrodestra ha voluto la Bossi-Fini per creare un'irregolarità, perché sull'irregolarità c'è un economia che gira", replica Boldrini esponendo, mentre Salvini parla, un foglio con la scritta "#paroleparoleparole". "Il Parlamento non ha mosso un dito per terremotati e disoccupati", attacca Salvini. Rievocando il paragone con una bambola gonfiabile esposta sul palco durante un comizio, Salvini ha risposto: "mi dolgo e mi pento". "Quindi adesso le "#risorse salviniane" entrano in cassa, mi fanno risparmiare nella campagna elettorale". Questa azione è un atto terroristico, razzista, e lei, che non si è accorto di questo signore della Lega, vuole controllare il Paese e non controlla i suoi?

La moderatrice, Lilli Gruber, prova ad andare al centro del problema: come si risolve il nodo migranti? Lui replica: "Non sono mica una psichiatra". La presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, impegnata nella campagna elettorale di Liberi e Uguali, il partito che sosterrà Piero Grasso farà tappa a Cinisello domenica 18 febbraio alle ore 18 nella sala consiliare di via XXV Aprile.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.