Liga, 41 indagati per una partita truccata: c'è il laziale Caicedo

Share

Liga, 41 indagati per una partita truccata: c'è il laziale Caicedo

Secondo quanto rivelato dalla testata spagnola Marca, c'è anche il laziale Felipe Caicedo nella lista di 41 persone indagate nell'ambito del maxiprocesso legato a Levante-Saragozza, partita di Liga giocata nella stagione 2010-2011 e da tempo finita nel mirino degli inquirenti per un presunto caso di combine. A riportare la notizia è il quotidiano spagnolo 'Marca'. Finisce 2-1 per il Saragozza, che riesce a salvarsi, mentre a retrocedere è il Deportivo.

Il 21 maggio del 2011 il Levante già salvo ospitava il Saragozza alla ricerca dei tre punti che gli avrebbero regalato la permanenza in Liga, il match fu portato a casa dagli ospiti che conquistarono dunque la salvezza. Segnale evidente, secondo gli investigatori, che avessero contanti da spendere. Secondo l'accusa, come riporta Gazzetta.it, sono 9 i giocatori che hanno ricevuto denaro per farsi superare dagli avversari.

Gli inquirenti sostengono anche che siano stati 9 i giocatori che potrebbero aver ricevuto denaro per perdere quella partita (non Caicedo): tesi avvalorata dalle spese più che limitate per le vacanze estive nel 2011 fatte da alcuni giocatori, un indizio ritenuto più che valido (il portiere Munua spese solo 300 euro di fronte ai 270mila dell'estate precedente).

Testimonianza chiave anche quella del capitano dell'Atletico Madrid Gabi, che all'epoca dei fatti giocava nel Saragozza e fu il protagonista del match firmando la doppietta decisiva.

Il caso era stato inizialmente archiviato, ma negli ultimi giorni è stato riaperto e ora il tribunale di Valencia ha costretto il giudice a riaprirlo e a portarlo in giudizio, con tanto di richiesta di pena: due anni di carcere per ogni giocatore coinvolto nella combine e sei anni di squalifica dall'attività agonistica.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.