Fiorentina, Pioli: "Questi sono mesi decisivi. Chievo squadra esperta"

Share

Fiorentina, Pioli:

Vigilia di Fiorentina-Chievo (fischio d'inizio domenica 25 febbraio alle 15) tra futuro immediato (la sfida ai clivensi) e programmi più a lungo termine. "E' un orgoglio, sono dei grandi giocatori e grandi persone, mi hanno dato tantisssimo dal punto di vista umano".

"La vittoria ci manca da troppotempo, è il momento di riconquistarla".

Sulle motivazioni da dare ai giocatori: "Se non le avessimo, vuol dire che avremmo sbagliato tutto".

Su Saponara: "L'allenatore fa delle scelte".

Ribadita la vicinanza dei Della Valle che vogliono la Fiorentina più forte ed in Europa, assicurata che la squadra è ben motivata nonostante la posizione di classifica, e che oltre all'attaccamento alla maglia in palio c'è anche la riconferma per il prossimo anno, la soddisfazione per le convocazioni in azzurro di Biraghi, Benassi e Chiesa, mentre per Vlahovic in rosa ci vorrà molto tempo, Pioli ha messo in guardia dal Chievo: "Squadra esperta che dopo un momento difficile ha recuperato pedine importanti come Castro e InglesWE". L'importante è che la squadra continui a creare occasioni da gol. "Falcinelli e Simeone insieme?"

Il maggior rebus in formazione riguarda l'assenza di Badelj, squalificato: in ballottaggio per sostituirlo tre giocatori, Dabo, Cristoforo o Veretout. "Dobbiamo continuare a creare e concretizzare di più".

"Che i ragazzi giovani facciano dichiarazioni importanti (Batistuta, ndr) è normale".

"Noi ci arrabbiamo molto perché ultimamente non riusciamo a sfruttare le azioni che creiamo". Dobbiamo essere più concreti sotto porta e in settimana ho provato anche altre soluzioni in attacco e vedremo domani su quale schierare. Secondo me si tratta di poca lucidità, non di egoismo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.