Corte Conti: miglioramento conti pubblici c'è, famiglie in difficoltà

Share

Corte Conti: miglioramento conti pubblici c'è, famiglie in difficoltà

La demagogia, insiste Avoli, è "la prima alleata della corruzione la dove invece l'onestà favorisce l'individuazione delle cellule cancerogene da annientare con la precisione e l'efficacia del bisturi".

"Il miglioramento dei risultati economici e dei conti pubblici conseguito negli ultimi anni non consente di abbassare la guardia".

Intervendo durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario, il premier Paolo Gentiloni si è detto consapevole che "gli effetti sociali della lunga crisi che il nostro Paese ha vissuto non sono cancellati".

La strada indicata dalla magistratura contabile è chiara: avanti con le riforme e con la riduzione del debito pubblico.

Nelle conclusioni la Corte dei conti riferisce come nel nuovo bilancio tecnico cinquantennale 2015-2064 "il saldo totale si mantiene sempre positivo", anche nel periodo 2028-2037, quando il saldo previdenziale assumerà temporaneamente valore negativo per poi tornare positivo fino a fine periodo.

"Sul fronte delle amministrazioni locali, - spiega Buscema - nel corso del 2017 sono state rese dalla Sezione delle autonomie, oltre alle consuete analisi di insieme e alle audizioni in tema di attuazione del federalismo fiscale, quattro referti su argomenti specifici, di cui di particolare rilievo è quello sugli organismi partecipati degli enti territoriali". "Il tutto naturalmente senza perdere di vista l'obiettivo di assicurare il migliore servizio alla collettività". "Un bilanciamento di non facile soluzione - sottolinea - nella ricerca di un punto di equilibrio tra i diritti in comprimibili e il rispetto dei vincoli di bilancio".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.