Bimbo di 5 mesi in gravi condizioni per botulismo infantile: "Colpa del miele"

Share

Bimbo di 5 mesi in gravi condizioni per botulismo infantile:

Un bimbo piemontese di 5 mesi è ricoverato in ospedale a Roma per botulisimo. Nell'ospedale di Roma vengono quindi analizzate le feci del piccolo che confermano il sospetto di#botulino, mentre l'azienda sanitaria To4 ha preso in consegna il vasetto di miele e l'ha portato all'Istituto Zooprofilattico perché fosse opportunamente analizzato. Al momento le ipotesi più attendibili fanno riferimento o una intossicazione da clostridium oppure ambientale.

Intanto, stando sempre a quanto si apprende, i genitori gli avevano dato del miele il giorno prima di partire per le vacanze. Stando ai risultati di una prima analisi eseguita all'Istituto Zooprofilattico del Piemonte, tracce del botulino sono state individuate proprio nel miele, tuttavia potrebbero anche essere dovute ad agenti esterni, quali ad esempio la polvere. Ma andiamo a ricostruire più nel dettaglio i particolari riguardanti questa vicenda.

Proprio nel corso del viaggio il bimbo ha iniziato ad accusare sintomi allarmanti: diminuzione dei riflessi, difficoltà nel controllo dei movimenti della testa, problemi respiratori. Il suo è il primo caso di botulismo infantile che riguarda la regione Piemonte. E' meglio però evitare di darlo ai bambini sotto l'anno di età per non rischiare. Le spore non comportano alcuna conseguenza per gli adulti, ma l'intestino dei bimbi così piccoli non è ancora in grado di uccidere le spore contenute nel miele. In ogni caso l 'incidenza delle spore nel miele e' molto bassa e non dipende dalle pratiche di produzione.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.