Senza Checco Zalone debacle del cinema italiano, nel 2017 - 46% di presenze

Share

Senza Checco Zalone debacle del cinema italiano, nel 2017 - 46% di presenze

La quota al box office è la peggiore degli ultimi quattro anni, incassi pari al 17,64%.

Parlando di soldi, il cinema italiano ha incassato quasi 90 milioni di euro in meno e venduto un numero di biglietti inferiore di 13,3 milioni. L'incasso totale del cinema italiano (incluse le coproduzioni) durante l'anno 2017 è stato di 103.149.979 euro (17,64 per cento del totale box office; -46,35% rispetto al 2016) per un numero di presenze pari a 16.880.223 (18,28% del numero totale dei biglietti venduti; -44,21% rispetto al 2016).

L'Italia sbuca solo alla posizione 9 con L'Ora legale, il film con Ficarra e Picone distribuito da Medusa (10,3 milioni di incasso), seguito da Mister Felicità di Alessandro Siani (boh!), distribuito da 01 Distribution (10,2 milioni di incasso).

Se nel 2016 al botteghino il cinema italiano si era difeso bene, con due casi eccezionali come Quo Vado di Checco Zalone e Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese, nel 2017 invece i risultati sono stati molto meno lusinghieri. Sono i dati resi noti all'Anica (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali che rappresenta l'industria cinematografica italiana). Una debacle che si conferma anche al box office dove le pellicole, non solo di casa nostra, hanno visto un decremento di spettatori e incassi significativo rispetto allo scorso anno e al precedente. Seguono, dopo quello americano e italiano, il cinema inglese (39.7 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 6,80%; -18,35% rispetto al 2016), la produzione francese (24.7 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 4,23%; +112,11% rispetto al 2016) e quella tedesca (5.2 milioni di euro incassati al box office; quota mercato: 0,90%; -31,24% rispetto al 2016).

Il 2017 è stato un anno 'orribile' per il cinema in Italia e, in particolare, per le produzioni nostrane: complessivamente, rispetto al 2016, si è registrata una diminuzione degli incassi al box office dell'11.63% e un decremento delle presenze del 12.38%. I primi 3 mesi dell'anno (gennaio-marzo) hanno corrisposto il 35,23% degli incassi di tutto il 2017 (il 39,70% nel 2016, grazie soprattutto al maggiore peso del mese di gennaio).

Rispetto all'incasso suddiviso per mesi, il 2017 ha vinto il confronto sul 2016 solamente per 4 mesi su 12 (aprile, luglio, settembre e dicembre).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.