Presepe vivente a Colonnella

Share

Presepe vivente a Colonnella

In quelli di San Giuseppe, Giacomo Sciamanna, 20 anni, di Assisi, studente nella Facoltà di Teologia.

Nel giorno dell'Epifania torna l'appuntamento con il presepe vivente di Iolo.

Un gemellaggio all'insegna dell'amicizia e della vicinanza con quanti hanno vissuto il dramma del terremoto e spesso ancor oggi portano il peso di quel triste avvenimento. La prima tappa del Presepe il la pizza del Comune dove si svolgerà la scena del primo fratricidio: Caino uccide Abele, al Museo di San Francesco sarà rappresentata la profezia di Isaia "Un mondo senza guerra è possibile?" Il piccolo Eduardo Vittoria, Gesù Bambino, come da tradizione l'ultimo nato in paese.

Il parroco di Rivisondoli don Daniel Cardenas invece ha voluto sottolineare il messaggio di pace e fratellanza rappresentato dal presepe.

Gran finale per il presepe vivente di Rapicciano di Spoleto, l'antico castello dell'Alta Marroggia che sabato 6 gennaio ospiterà un centinaio di figuranti, per la terza e ultima rappresentazione della natività. A seguire ci sarà infine la tombolata nel salone dell'oratorio.

Alla celebrazione della santa messa parteciperanno gli oltre 300 personaggi che animeranno tutta la sacra rappresentazione.

Mente e factotum dell'intera manifestazione che ogni anno richiama migliaia di turisti da ogni parte d'Italia è Geppy Lepore, da 15 edizioni infaticabile organizzatore dell'evento.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.