Pfizer rinuncia alla ricerca su Alzheimer. Licenzierà 300 ricercatori

Share

Pfizer rinuncia alla ricerca su Alzheimer. Licenzierà 300 ricercatori

I ricercatori continuano senza tregua la lotta contro Alzheimer e Parkinson e l'Italia è al top in Ue. Dopo l'addio di Merck, anche Pfizer ha annunciato l'abbandono della ricerca di medicinali. Per questo la società farmaceutica americana ha deciso di deviare altrove, su altri campi di ricerca, le proprie risorse. Quindi quello che è stato ottenuto sono stati solo farmaci che sono intervenuti sugli effetti, riducendone l'evidenza (per esempio si riducono le "assenze" dovute all'Alzheimer oppure i tremori dovuti al Parkinson) per consentire ai malati di vivere meglio.

È quanto si legge sul Wall Street Journal, che sottolinea come l'annuncio di Pfizer porterà al licenziamento di 300 dipendenti nei centri di ricerca in Massachusetts e Connecticut. In particolare un farmaco anticorpo sviluppato dalla Eli Lilly non ha dato risultati significativi nel contrastare la malattia. In precedenza, nel 2012, anche un farmaco messo a punto dalla stessa Pfizer, in joint venture con Johnson &Johnson ed Elan Pharmaceuticals, simile al farmaco Lilly, aveva fallito il suo scopo. Eli Lilly e AstraZeneca hanno studiato una pillola e i risultati saranno disponibili ad agosto. Un altro farmaco sperimentale arriva da Johnson & Johnson e Shionogi, con risultati previsti per il 2023. Se da un lato negli ultimi anni si è praticamente accertata l'associazione tra l'Alzheimer, le placche amiloidi e gli ammassi neurofibrillari, dall'altra la vera causa che porta a questo scompenso non è mai stata identificata. Attualmente i trattamenti terapeutici utilizzati offrono piccoli benefici sintomatici e possono parzialmente rallentare il decorso della patologia; anche se sono stati condotti centinaia di studi clinici per l'identificazione di un possibile trattamento per l'Alzheimer, non sono ancora stati identificati trattamenti che ne arrestino o invertano il decorso.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.