Oprah Winfrey prossimo presidente degli Stati Uniti? Si parla della sua candidatura

Share

Oprah Winfrey prossimo presidente degli Stati Uniti? Si parla della sua candidatura

Oprah Winfrey ha vinto il premio Cecil B. DeMille per la carriera ai Golden Globes di quest'anno e ritirando la statuetta dalle mani di Reese Witherspoon ha ricordato di aver visto Sidney Poitier vincere ai Golden Globes per il film I gigli del campo del 1964, la prima volta in cui ha assistito ad un uomo di colore celebrato in televisione: "In questo momento ci sono bambine che mi guardano mentre divento la prima donna nera a ricevere questo premio" ha dichiarato in apertura del suo discorso. E' un onore, un onore e un privilegio condividere questa serata con tutte loro e anche con gli uomini e le donne incredibili che mi hanno ispirata, stimolata, sostenuta e che hanno reso possibile il mio viaggio fino a questo premio. La conduttrice ha esordito affermando di volere esprimere tutta la sua gratitudine per chi come la madre, per anni ha dovuto sopportare abusi e soprusi per via dei figli da crescere ed i conti da pagare. Doveva essere da qualche parte, nel cuore di Rosa Parks, quasi 11 anni dopo, quando ha preso la decisione di rimanere seduta in quell'autobus a Montgomery ed è qui con ogni donna che ha deciso di dire "Me too". Sono donne di cui non conoscerò mai il nome. La serata era particolarmente attesa quest'anno proprio in quanto prima kermesse hollywoodiana all'indomani dei mesi più burrascosi nella storia dell'industria cinematografica dai tempi della caccia alle streghe del senatore McCarthy. Lavorano nelle fabbriche e nei ristoranti e sono nel mondo accademico, nell'ingegneria, nella medicina e nella scienza. Nel 1944, Recy Taylor era una giovane moglie e madre.

La cerimonia di consegna dei Golden Globes 2018 sarà ricordata per il suo grande impatto sociale: non solo per il fatto che tutte le attrici coinvolte hanno sfilato in nero sul red carpet, in segno di protesta contro ogni forma di violenza all'indomani dei nefasti del caso Weinstein, ma anche, o forse soprattutto, per il discorso di Oprah Winfrey. Ma la giustizia non era un'opzione all'epoca di Jim Crow. Recy Taylor è morta dieci giorni fa, alla soglia del suo novantottesimo compleanno. Ha vissuto, come tutti noi, troppi anni in una cultura spezzata da uomini potenti e brutali.

In concorso sono state presentate alcune delle serie tv più appassionanti che abbiamo visto durante il corso del 2017: Big Little Lies, Fargo, Il Trono di Spade e The Young Pope di Sorrentino con Jude Law nel ruolo di Papa Pio XIII. Il loro tempo è finito. E ogni uomo - ogni uomo - che sceglie di ascoltare. "Noi attrici veniamo celebrate qui per le storie che raccontiamo, ma quest'anno tutte noi siamo la storia", una storia che attraversa i confini culturali, razziali, geografici, politici, e che dimostra una cosa sola: che "dire la nostra verità è il mezzo più potente che abbiamo per non chiudere gli occhi davanti a corruzione e ingiustizia, carnefici e vittime, segreti e bugie".

Ho intervistato e ritratto persone che hanno sopportato alcune delle cose più brutte che la vita possa gettarti addosso, ma l'unica qualità che ognuna di loro sembrava avere in comune con le altre era quella di mantenere la speranza in un mattino più luminoso, persino durante le nostre notti più buie. Ma ora è il momento: "ragazze che guardate, sappiate che un nuovo giorno è all'orizzonte". E quando quel nuovo giorno finalmente si alzerà, sarà per via di un sacco di donne magnifiche, molte delle quali sono proprio qui in questa stanza stanotte, e alcuni uomini alquanto fenomenali, che si battono duramente per assicurarsi che arrivi un tempo in cui nessuno debba dire "anche io" di nuovo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.