Lombardia: attesa per scelta Maroni, in pole Fontana o Gelmini

Share

Lombardia: attesa per scelta Maroni, in pole Fontana o Gelmini

Il centrodestra, dopo la rinuncia di Maroni, non ha ancora scelto il candidato-presidente alle regionali del 4 marzo (in concomitanza con le politiche).

Sessantacinque anni, amico personale di Roberto Maroni, l'avvocato varesino Attilio Fontana, in pole per rappresentare il centrodestra nella corsa elettorale per conquistare la presidenza della Regione Lombardia, è un leghista 'moderato' con un cursus politico da amministratore locale dei più tradizionali.

Maroni si mette "a disposizione della Lega". Berlusconi spiega che la scelta di Bobo Maroni è personale e riguarda davvero quei "motivi personali" avanzati dallo stesso Governatore nella conferenza stampa di ieri: "lo dobbiamo ringraziare per il lavoro fatto alla guida della Lombardia e guardare con serenità e fiducia al futuro - prosegue Berlusconi - I cittadini conoscono i buoni risultati conseguiti dal governo di Centrodestra in Lombardia. Se motivi personali lo spingono a scegliere di non ricandidarsi in Lombardia è impensabile si possano ipotizzare per lui ruoli politici e tantomeno impegni di governo". "Stiamo attendendo i sondaggi sul confronto tra Gori/Fontana o Gelmini/Gori". "Sulle regionali - si legge in una nota - la coalizione conferma che si presenterà con candidati comuni e condivisi". E Salvini rincara: "Se lasci un incarico in Regione Lombardia non puoi fare altro".

Non c'è alcuna resa, nelle coalizioni si dialoga. Stiamo raggiungendo quota 40% che dovrebbe garantire la maggioranza assoluta in Parlamento. "Punto al 45% di coalizione". Il governatore lombardo ha detto di aver chiuso le sue esperienze romane, ma una chiamata alla responsabilità sarebbe difficile da respingere. "Il collasso vero e proprio della nostra capitale è l'emblema di quello che succederebbe se governassero in Italia".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.