Lo scandalo del video di Logan Paul Video

Share

Lo scandalo del video di Logan Paul Video

Giusto qualche mese fa, ad Agosto per la precisione, Logan aveva battuto ogni record di YouTube facendo registrare 10 milioni di follower nel più breve tempo mai misurato (333 giorni); adesso però la sua carriera sembra destinata a calare, in quanto gli stessi suoi sostenitori stanno chiedendo a gran voce l'eliminazione totale del suo canale YouTube. Un numero, quello dei suicidi in questo paese, che non cenna a diminuire (anzi), tanto che sono ormai tre anni che le autorità non diffondono più alcuna statistica a riguardo, per non incentivare casi di emulazione. In Giappone questo luogo è purtroppo noto come la "foresta dei suicidi" per le tante persone che vi si recano per togliersi la vita. Il ragazzo si trovava in vacanza in Giappone in compagnia di un paio di amici, l'intento era quello di documentare la vacanza e di mostrare luoghi più o meno noti del territorio giapponese. I tassi di suicidio in zona sono incredibili. Mentre, come loro, è un inetto, un fallito che, al di fuori dei video farciti di fuffa, altro non sa fare, un inetto per ogni altra attività. Poi, rivolto alla telecamera, Logan dice: "Il suicidio non è uno scherzo". Ma se questo non dovesse bastare a recare indignazione, si sentono in sottofondo anche dei commenti scherzosi a riguardo.

Il video, pubblicato il 31 dicembre, e della durata di 15 minuti, è stato prontamente eliminato dal social di YouTube.

Dopo la pubblicazione, il filmato macabro e lo stesso youtuber sono finiti al centro di una bufera, con gli utenti inferociti hanno commentato le immagini con sdegno e attaccando ferocemente il ventitreenne americano.

In realtà in Giappone questa storia non ha fatto molto rumore, vuoi perché è un periodo di festa e vuoi perché Logan lì non è molto famoso. Comunque le reazioni non sono mancate, in particolare su Twitter, dove i giapponesi non hanno speso parole benevolenti per lo youtuber. "Vai a marcire all'inferno". Anche Sophie Turner, star di Games of Thrones, ha detto la sua, affermando che non merita il successo che ha, aggiungendo che la sua è solo una presa in giro.

Anche YouTube ha voluto specificare alcune cose, ufficializzando che il canale di Paul è stato colpito da una sanzione temporanea, e mostrando la sua vicinanza alla famiglia del povero uomo che ha compiuto quel disperato gesto.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.